Se qualcosa di definitivo e sicuro possiamo dire sul mondo digitale è che tutto cambia in maniera rapida, a tratti frenetica, dove la parola d’ordine è “rimanere aggiornati”. In questa dinamica di rapida mutazione e la necessità di non lasciarsi sfuggire nulla di importante abbiamo provato a individuare quali saranno i Trend business 2018. Ovvero, quali saranno i fenomeni e i settori da monitorare e su cui puntare e investire per il proprio business.

Abbiamo contattato Good Working, una web agency romana che lavora in questo settore e che quotidianamente vede l’evolversi di queste dinamiche e che sulla base di quanto fatto fino ad oggi può meglio intuire quali strade percorrerà il business per i prossimi dodici mesi.

CoWorking

Quando si pensa in digitale bisogna farlo completamente e l’aspetto del CoWorking come modalità di lavoro ne è un esempio evidente. Le web agency molto spesso lavorano proprio in CoWorking per aumentare la qualità e la rapidità dei loro servizi, riuscendo a ridurne i costi potendo risparmiare sui costi di gestione di un ufficio o di un centro fisico. Con il miglioramento delle tecnologie web, l’aumento della velocità delle connessioni e l’integrazione di funzionalità e servizi fino ad oggi impensabili, favoriranno ancora di più questo tipo di servizi. Anche il lavoro sul web, sui siti, sui motori di ricerca e sui social crescerà in maniera esponenziale, generando un circolo virtuoso importante da monitorare e sfruttare costantemente a proprio vantaggio.

eCommerce

Uno dei trend business 2018 sarà sicuramente il potenziamento degli eCommerce. Anche le piccole realtà locali possono aumentare il loro raggio d’azione, a costi ridottissimi, con i negozi online. In queste piattaforme confluiranno tutti i risultati delle attività di marketing online. È un servizio ormai diffuso e testato, ma che ha ancora molti margini di crescita e di integrazione di funzionalità e servizi.

Intelligenza artificiale e realtà virtuale

Le tecnologie evolvono e il futuro porta il nome di intelligenza artificiale, realtà virtuale e realtà aumentata. Spesso i termini si confondono e vengono utilizzati impropriamente. Molto è dovuto al fatto che queste tecnologie sono ancora per molti aspetti in una fase embrionale e molto dovrà ancora essere fatto per capire quali implicazioni avranno, soprattutto per quel che riguarda gli utenti. Queste tecnologie potranno migliorare, anzi rivoluzionare, il nostro approccio con il digitale e il mondo del web e sarà sicuramente un trend business dei prossimi anni.

Social media, video e streaming

Chiunque sia presente sul web sa come il mondo dei social media stia aumentando la propria incidenza anche e soprattutto in un’ottica di marketing. Un trend business 2018 sarà sicuramente l’evoluzione dei social media e l’integrazione ancora più profonda e significativa di video e live streaming. Questi permettono alle aziende di essere in tempo reale connesse con i propri utenti e potenziali clienti, creando un’interazione sempre più reale e senza filtri che il moderno mondo del web auspica e insegue sotto diversi punti di vista.

Mobile o non mobile, questo il (non) problema

In molti si interrogano sul futuro del web e la domanda sui dispositivi dai quali ne usufruiremo di più ha già una risposta importante, per molti aspetti decisiva. Secondo alcune rilevazioni nel solo 2017 l’aumento degli acquisti fatti da dispositivi mobile è stato del 25% rispetto al 4% dell’anno precedente. Le visite sui siti e sui social è in aumento sui dispositivi mobile ed è inevitabilmente questa la strada che andrà percorsa.

Anche il settore del Mobile Payment, a conferma di quanto detto, è uno di quei trend business 2018 da monitorare. I grandi colossi si sono già orientati verso questa direzione ed è impensabile immaginare un futuro in cui queste modalità di pagamento non avranno uno spazio sempre più maggioritario, soprattutto se associato con alcuni programmi politici nazionali in tal senso.

SEO

Anche la SEO sarà un trend business 2018 molto importante, proprio in virtù di quanto detto fino a questo momento. L’aumento della concorrenza creerà la necessità di migliorare la capacità di farsi trovare sul web e quella degli algoritmi di premiare i contenuti digitali migliori. Questo è uno degli aspetti più interessanti. Google ha stimato che mediamente si trascorrono circa 3 minuti su una pagina presente nella top 10 dei risultati di Google. Questo dimostra che un utente se trova un contenuto interessante rimane da esso attratto e rimane su quella pagina; la pagina che ospita tale contenuto va quindi premiata e riceverà anche da questo punto di vista una considerazione migliore nel posizionamento sui motori di ricerca.

Anche il mondo SEO conosce un allargamento del proprio raggio d’azione dovendosi occupare non più solamente dei risultati dei motori di ricerca “classici”, ma anche di tutte le attività provenienti dai social media (che come abbiamo visto sono e saranno in aumento).

Ringraziamo nuovamente la web agency Good Working che ha permesso la redazione di questo articolo offrendoci una piacevole chiacchierata e un’interessante raccolta di materiale per l’analisi dei trend business 2018.