Strategia Diamond che cos’é? In questo articolo vediamo come utilizzare questa strategia di marketing e a cosa serve.

 

La strategia Diamond risulta essere strumento molto prezioso perché fornisce un modo semplice per analizzare le diverse componenti strategiche all’interno di un brand, evidenziano come si integrano tra loro.

La capacità di saper fare scelte rilevanti

La paternità della strategia Diamond è da collegare ai nomi di Donald Hambrick e James Fredrickson. La strategia consiste nella capacità di essere in grado di  fare scelte importanti e che sono in grado di integrare i vari pezzi del puzzle al fine di avere una visione di insieme.

 

I cinque elementi principali della strategia

Le cinque parti chiave di una strategia sono le seguenti:

– arene competitive,

– Mezzi

– Differenziazione,

– Staging,

– Economic logic o valore economico.

Strategia Diamond

 

 

In pratica, rispondendo a domande chiave su ciascuna delle suddette aree, si è in grado di costruire un percorso strategico chiaro e ben focalizzato sugli obiettivi target.

L’arena competitiva

Per quanto riguarda il quadrante dell’arena di mercato in cui si intende operare occorre in particolare porre il focus dell’attenzione sulle seguenti questioni:

In quali aree geografiche conviene operare?

Come raggiungere il target di riferimento?

Quali tecnologie di base implementare?

Quali segmenti di mercato?

Su che categorie di prodotti concentrarsi?

Come creare valore?

I mezzi

In questo contesto, dobbiamo capire come raggiungeremo i mercati che abbiamo individuato. Qui bisogna fare un’analisi situazionale e definire le migliori strategie di penetrazione.

Come arrivare in questi mercati? Meglio scegliere soluzioni di acquisizioni? Sviluppare business unit interne dedicate? Fare Joint venture? Franchising?

Differenziazione

L’elemento differenziazione è un aspetto strategico fondamentale e riguarda i seguenti elementi:

– scelte di pricing

– qualità e affidabilità del prodotto

– La brand reputation

– Il livello di personalizzazione.

– In cosa siamo diverso dalla concorrenza?

– Quali sono le nostre Unique Selling Propositions?

Staging

Come muoveremo i nostri step? Quali sono le nostre tempistiche?

Qui dovremo focalizzare l’attenzione sulla velocità di espansione e delle iniziative, che intendiamo attuare.

Economic Logic

Come otterremo i nostri profitti? Quali strategie di costo implementeremo? Punteremo su economie di scala? Perseguiremo una strategia di premium price sfruttando la qualità elevata del prodotto?

Esempio di strategia Diamond: Ikea

Per comprendere meglio come applicare la strategia Diamond, sotto vi portiamo un esempio di applicazione. In particolare, analizziamo il brand Ikea. Sappiamo che Ikea offre mobili di design scandinavo a basso costo, attraverso i suoi negozi al dettaglio. Come sapete, la maggior parte dei mobili prevede il fai da te e in genere il montaggio viene fatto a casa da chi acquista

Gli elementi della loro strategia diamante sono riportati nell’immagine qui sotto a cura del team EPM:

Strategia Diamond Ikea

Dalla suddetta immagine, possiamo trarne le seguenti considerazioni:

– L’arena di Ikea ha come target i giovani che sono alla ricerca di mobili a basso costo.

– Il loro veicolo è costituito da negozi di proprietà.

– I loro elementi di differenziazione sono il prezzo basso, la semplicità di montaggio, l’affidabilità, il design interno e la soddisfazione immediata.

– La fase di staging, in genere comporta una prima testing phase nel nuovo mercato e poi una successiva espansione.

– La loro logica economica deriva dalle economie di scala e dalle efficienze di replicabilità del modello di business.

Come vedete l’elemento chiave della strategia ikea è che rispetto ai concorrenti è il prodotto. I competitor in genere vendono mobili già assemblati con montaggio incluso, la loro realizzazione è di solito lenta e i costi più alti.

Considerazioni finali

Nei primi tre passi della strategia Diamond abbiamo stabilito cosa vogliamo fare. Nella fase di staging si devono stabilire le mosse che faremo per raggiungere gli obiettivi prefissati e chiaramente il risultato economico. Questa strategia è replicabile ad ogni livello organizzativo attraverso un approccio a cascata. La cosa importante è quella di creare una strategia integrata e non frammentaria.