In questo articolo vi parliamo di Sinba, la start up ideatrice dell’innovativa applicazione di mobile payment. Recentemente Sinba  è stata inclusa da Pioneer nelle  TOP 150 startup europee.
Un nuovo riconoscimento per questa realtà torinese, che si va ad aggiungere a quelli già ottenuti: la vittoria allo startup weekend 2013, la finale del GrandPrix di CheBanca! e l’incubazione ottenuta in i3p, il migliore incubatore d’Italia, all’interno del programma per startup digitali treatabit.

Sinba alla SMAU 214
La start up torinese, nata a dicembre 2013, ha tra l’altro partecipato a Smau Milano 2014, dove ha dato visibilità a questa innovativa e dinamica applicazione, decisamente rivoluzionaria e con tutte le credenziali per collocarsi sul mercato come facilitatore dell’esperienza d’acquisto. Un meccanismo di pagamento rapido e in grado di eliminare il fastidioso problema delle code e dei tempi di attesa alle casse.

Le peculiarità di Sinba

Il funzionamento del meccanismo di pagamento di Sinba è facile, rapido e intuitivo; infatti è sufficiente inquadrare i codice a barre dei prodotti con la fotocamera dello smartphone. I prodotti vengono inseriti automaticamente nel carrello dell’applicazione, e l’utente può procedere al pagamento tramite Sinba, utilizzando uno dei sistemi scelti al momento della registrazione (carta di credito, bancomat, bonifico). Una volta conclusa l’operazione, sul display del telefono apparirà un codice da far leggere ad un lettore ottico collegato ad una stampante situata in una cassa dedicata che stamperà lo scontrino o la fattura fiscale.

Andrea Visconti, CEO e co-fondatore di Sinba, ha espresso grande soddisfazione per questo tipo di pagamento: “Ricevere questo tipo di riconoscimenti fa assolutamente piacere e aumenta la consapevolezza dei punti di forza del nostro team. Non ci limitiamo però a questo. Il nostro obiettivo è terminare i test, ora in corso a Torino, e lanciare il servizio sul mercato entro Natale, in modo da sfruttare la congestione dei punti vendita nel periodo natalizio e l’aumento degli acquisti”.

Alessandro Bava, CTO e co-fondatore di Sinba ha evidenziato la peculiarità della sicurezza di Sinba : “La vera innovazione di Sinba è il Sinbachecker, ora in fase di brevetto e beta testing, che garantisce la sicurezza del sistema e la certezza della transazione, a costi estremamente ridotti, e senza rinunciare alla velocità e alla semplicità che ci contraddistingue”.