Abbiamo già parlato in diversi articoli di Consumo collaborativo o Sharing economy.

Ritorniamo sull’argomento per informarvi che Collaboriamo.org di Marta Mainieri autrice di “Collaboriamo! Come i social media ci aiutano a lavorare e a vivere meglio in tempo di crisi” edito nel 2013 (Hoepli) organizzerà Sharitaly, il primo evento dedicato all’economia collaborativa in Italia.  Sharitaly è in agenda per a Milano il 29 novembre presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore (mattino) e alla Fondazione Eni Enrico Mattei (pomeriggio).  L’università milanese e la Fondazione, saranno i support scientifici, logistici e organizzativi dell’evento.

Ci saranno poi in qualità di Knowledge partner: Duepuntozero research (Gruppo Doxa) e Matter Group.

La mission dell’evento è quello di tracciare un quadro di sintesi sullo stato dell’arte dell’economia della collaborazione e di favorire sinergie e punti d’incontro tra chi fa svolge servizi collaborativi e le aziende, le imprese e le  amministrazioni. 

I trend, le evoluzioni future, i possibili cambiamenti saranno topic che saranno affrontati e discussi durante le sessioni.

Il menu’ di Sharitaly sarà così suddiviso:

Mattina (l’Università Cattolica del Sacro Cuore)

Introduzione da parte di uno speaker internazionale esperto in materia, a cui seguirà la presentazione dei risulati di 3 ricerche con focus sulla situazione italiana e la propensione degli Italiani all’utilizzo di questi servizi.
Si proseguirà poi con un’analisi delle questioni economiche, giuridiche e sul design dei servizi collaborativi.

Pomeriggio (Fondazione Eni Enrico Mattei)

Dopo l’intervento dell’ospite internazionale sul possibile dialogo tra start up e grandi imprese, sono previsti 6 workshop tematici, durante i quali aziende e start up suddivise per settori e temi di interesse si confronteranno sul significato e sul valore che la “collaborazione” assume nelle rispettive realtà.

Sharitaly è un evento collaborativo no profit e necessita un contributo da parte di donatori, nella logica del crowdfunding per sostenere le spese. Per questo le start up collaborative hanno messo a disposizione i loro servizi ad un prezzo scontato: donando 10 euro, è possibile ricevere un buono sconto da 20 euro da spendere su Airbnb. Con 15 euro, invece, si può ottenere un buono benzina offerto da BlaBlaCar, 90 crediti da utilizzare su Reoose oppure uno sconto per andare in vacanza in barca a vela con Sailsquare, mentre Gnammo mette a disposizione una cena per 2 persone.

Sconti in cambio di donazioni per Sharitaly anche dagli spazi coworking di HUB Milano e Toolboox a Torino, da Starteed – che ospita anche la campagna – e dalla piattaforma di social lending Smartika, mentre Collaboriamo offre un corso di formazione per scoprire come progettare un servizio collaborativo digitale.