Web e Mobile sono sempre più settori che si stanno muovendo univocamente per offrire opportunità sinergiche in termini di servizi.

A tal proposito, oggi riportiamo la notizia che Akamai acquisisce la società statunitense Cotendo.

Ma andiamo con ordine.

Per chi non lo sapesse Akamai  è una società che opera nel settore dei servizi offre servizi di cloud computing focalizzandosi nel processo di ottimizzare per la fruizione di contenuti e applicazioni Web/mobile e dei video online. L’obiettivo è quello di garantire anche la sicurezza dell’e-commerce su qualsiasi dispositivo e da qualsiasi luogo.

Cotendo, società fondata nel 2008 e con 100 dipendenti dislocati tra Sunnyvale, California, dove ha sede l’azienda, e Israele, invece offre una suite integrata capce di di accelerare la delivery di contenuti Web e Mobile. In particolare Cotendo accelera tutti i tipi di contenuto: standard HTTP o HTTPS, oggetti statici e dinamici, SSL, Avanced DNS, Adaptive Image Compression, monitoraggio delle prestazioni e failover automatico, per garantire all’ utente finale la migliore esperienza di navigazione possibile. Tra i clienti di Cotendo figurano aziende incluse nella lista Fortune 500, i maggiori provider telco e i principali social network mondiali, oltre a siti e-commerce e network pubblicitari. Per maggiori informazioni, visitate

L’acquisizione è davvero molto strategica e rilevante e viene spiegata daa Paul Sagan, presidente e CEO di Akamai: “Questa acquisizione non può che riempirci d’orgoglio: la tecnologia e – ancor di più – il solido team di Cotendo costituiscono un validissimo apporto all’attività e alla brand identity di Akamai. Inoltre, questo merger ci rende ancora più competitivi sul mercato: sono sempre più numerose le imprese che abbracciano il cloud e il mobile, e sono certo che, insieme, Cotendo e Akamai, sapranno cogliere una serie di interessantissime opportunità”.

In termini economici l’acquisizione registra un valore di circa 268 milioni di dollari, a seguito del previsto adeguamento del prezzo d’acquisto e all’assunzione del diritto di prelazione non esercitato per l’acquisto di azioni ordinarie Cotendo. La transazione verrà portata a termine entro giugno 2012.

News fornita da
Theoria
Simona Brozzi/Cristina Arborio