Quando un utente domestico alza gli occhi al cielo dopo aver visto la bolletta dell’energia elettrica nella cassetta della posta (o quando, se ha attivato la domiciliazione bancaria, trattiene a stento un sussulto nel vedere il suo conto corrente amputato), probabilmente non pensa a quanto il pagamento delle utenze rappresenti un vero salasso per le aziende italiane.

Il nostro Paese è infatti in cima alla poco invidiabile classifica degli Stati dove l‘energia elettrica costa di più, in particolare per le imprese: situazione sicuramente peggiore rispetto al resto dell’Europa e ancora di più se paragonata ai costi dell’Asia e degli Stati Uniti, dove le bollette pesano molto, molto meno.
Eppure è proprio dagli USA – ed dalla mente di Elon Musk, CEO di Tesla Motors – che arriva una nuova tecnologia potenzialmente in grado di rivoluzionare non solo le utenze casalinghe, ma anche quelle business. Le Powerwall, svelate da pochi giorni, sono infatti delle stazioni per l’immagazzinamento dell’energia, basate su batterie agli ioni di litio, in grado di ottimizzare i consumi di corrente sia delle abitazioni private che degli uffici, risolvendo, almeno in parte, uno dei problemi più annosi legati alle energie rinnovabili: quello dello storage, cioè, in parole povere, il “dove mettere” l’energia in surplus creata da pannelli solari o da altre fonti di generazione energetica.

Il prezzo è molto concorrenziale rispetto a soluzioni analoghe e anche le dimensioni sono più che accettabili: i due modelli casalinghi hanno infatti capacità da 7 o da 10 kWh con prezzi, rispettivamente, pari a 3.000 e 3.500 dollari. Ben più performanti le soluzioni per le imprese, le Powerpack, con una capacità di accumulo incrementata fino a 100 kWh. Ma la vera novità è la possibilità di collegare in serie i dispositivi elevando di molto la loro capacità, fino ad arrivare a ben 10 MWh: secondo Musk, abbastanza per considerare le reti elettriche attuali come obsolete. Secondo una stima, installando 160 milioni di Powerpack da 100 kWh (per un totale di 16.000 GWh) si potrebbe stivare tutta l’energia utilizzata negli USA, con 900 milioni quella dell’intero pianeta.

Inutile però sperare di vederle in Italia a breve: le nuove soluzioni di Tesla Energy debutteranno sul mercato dopo l’estate. Anche in Italia, però, è possibile per risparmiare centinaia di euro sulle bollette dell’energia elettrica: consultando il comparatore di SosTariffe.it, infatti, si possono trovare con pochi click le migliori tariffe per l’energia.