Progettazione ed implementazione di un SCG nell’ambito di un’azienda ipotetica

Parte seconda: necessità del controllo

La redazione del bilancio, obbligatoria in Italia per tutte le società con personalità giuridica, consente di calcolare il reddito d’impresa su cui calcolare le imposte, ma non è in grado di fornirci valide informazioni per la gestione aziendale. I tre documenti di cui il bilancio si compone (Stato patrimoniale, Conto Economico e Nota Integrativa), così come indicato dalla IV° direttiva CEE e seguendo la normativa fiscale, aggregano i dati seguendo una logica mirata alla definizione dell’utile, ma non secondo categorie utili alla definizione delle aree di costo/redditività che si generano nell’attività aziendale.

Per qualsiasi imprenditore risulta facile rendersi conto che a nulla vale conoscere il proprio risultato economico se non è in grado di sapere come questo si è generato e come, quindi, è possibile intervenire in aree mirate per trovare quel mix produttivo che aiuti l’azienda a migliorare la propria posizione nei confronti dei concorrenti.

Dunque per le piccole-medie aziende italiane, come per quelle di tutto il mondo, controllare e verificare costantemente le performances della gestione sarà sempre maggiormente l’elemento più vincente nel consentire di avere successo o meno. La globalizzazione dei mercati, la competizione sempre più spietata richiederanno un sempre maggiore impegno per l’individuazione delle possibilità di performances delle imprese.

– in primo luogo risulterà indispensabile valutare costantemente l’andamento economico dell’attività aziendale per stabilire se la sua struttura dei costi è adeguata per confrontarsi con il mercato, e se possono individuarsi in essa problematiche, e risolverle appena verificatesi; la rapidità nell’adattare la struttura dei costi dell’azienda al mercato sarà sempre di più un elemento fondamentale per permettere alle aziende di competere in posizione di vantaggio nel mercato;

– successivamente, risulterà indispensabile valutare l’adeguatezza della situazione patrimoniale e finanziaria dell’azienda, per permettere di programmare efficacemente la sua attività e per adattare la sua struttura patrimoniale e finanziaria alla situazione competitiva riscontrata nel mercato;

– inoltre, sarà indispensabile valutare le performances aziendali confrontandole con il budget ed i piani aziendali per stabilire l’adeguatezza degli obiettivi proposti e la capacità dell’azienda di raggiungerli, permettendo quindi di programmare l’attività nel migliore dei modi e di ottimizzare il comportamento della struttura aziendale per la realizzazione dei programmi;

– risulterà indispensabile anche confrontare costantemente le performances aziendali con i risultati ottenuti nei periodi precedenti, per stabilire se le azioni attuate dalla struttura aziendale sono in grado di migliorare la sua situazione, e se i programmi e gli interventi messi in atto sono validi per assicurare una costante crescita dell’azienda;

– infine, risulterà necessario confrontare costantemente le performances aziendali con quelle delle imprese concorrenti per valutare l’adeguatezza degli interventi messi in atto dalla stessa azienda ed i suoi punti di forza e debolezza rispetto alla concorrenza, per conoscere e sfruttare costantemente le opportunità offerte dal mercato.

Il sistema di controllo di gestione consiste appunto in un insieme di tecniche per consentire alle aziende di valutare e controllare costantemente le loro performances. Questo insieme di tecniche consiste in:

– redazione della cosiddetta analisi di bilancio;

– redazione della situazione economico-finanziaria periodica, con determinazione dell’effettivo risultato economico e finanziario conseguito in ogni periodo dall’azienda, confrontandolo con quello degli esercizi precedenti, individuando quindi gli effetti delle scelte e degli interventi realizzati dall’azienda;

– confronto dei risultati conseguiti a consuntivo con quelli a preventivo (budget), consentendo l’analisi degli scostamenti e l’individuazione dei possibili problemi che a livello economico o finanziario si stanno verificando;

– analisi dei punti di forza e debolezza dell’azienda nel confronto con i concorrenti, per individuare le possibilità competitive dell’azienda e quindi le opportunità sfruttabili.