Nell’era della digital transformaton e del marketing dele esperienze, si assiste alla sempre più pressante esigenza di figure specialistiche per ottimizzare ogni singola fase del processo di pianificazione, generazione e amplificazione dei contenuti. In questo articolo parliamo dell’UX Writer ovvero dello  User experience writer.

 

UX Writer: chi è e cosa fa

In pratica, lo UX Writer è il professionista che focalizza la sua attività  sul concetto di ottimizzazione dell’esperienza dell’utente.

Come?

Principalmente lo User Experience Writer si occupa di creare e miscelare in modalità strategicamente efficace, i  microcopy, posizionandoli nei contenuti web.

La creazione dei microcopy necessita un’ attenta attività di preparazione attraverso una costante analisi delle sessioni.

L’obiettivo è quello di riuscire a far compiere all’utente specifici step  in modo:

– semplice,

– immediato,

– intuitivo,

– veloce.

In questo modo, l’interazione tra Utente e Brand diventa molto buona e senza momenti e senza complicazioni.

Sul tema UX Writer vale sicuramente la pena fare un approfondimento, leggendo il libro di Alice Morrone, edito da FrancoAngeli, dal titolo: #UX Writer  – scrivere microcopy che convertono.

Una guida decisamente preziosa, che contiene diversi suggerimenti e casi pratici, che aiutano i brand a migliorare questa delicata attività di pianificazione e ottimizzazione delle call to action.

 

Che cosa sono i microcopy e a cosa servono

Secondo Alice Morrone, i microcopy sono parole o piccole frasi sapientemente inserite nell’interfaccia, direttamente collegate ad azioni che l’utente potrebbe compiere o ha appena compiuto, che rendono semplice e intuitiva ogni interazione, favolosa l’esperienza, e lo guidano in attività che richiedono più passi per essere finalizzate (per esempio, registrazione, acquisto, attivazione abbonamento ecc.).

La creazione di microcopy, ha pertanto uno scopo ben preciso, che può essere sintetizzato nei seguenti elementi chiave:

1) Orientare l’utente,

2) Ridurre l’attrito uomo macchina,

3) Prevenire gli errori dell’utente,

4) Prevedere i possibili dubbi dell’utente,

5) Distinguere il brand da tutti gli altri.

 

Le competenze principali dell’User Experience Writer, sono prettamente orientate alla finalità di ottimizzazione del Conversion Rate Optimization.

In pratica, lo UX Writer è un esperto di CRO e la sua attività richiede diverse capacità e conoscenze, che possono essere sintetizzati nell’immagine riportata qui sotto:

UX Writer

Immagine tratta dal libro #UX Writer  – scrivere microcopy che convertono, scritto da Alice Mororne

Che differenza c’è tra Ux writer e copywrter

Alice Mororne, nel suo libro, evidenzia che il copywriter scrive a scopo per lo più persuasivo, con l’obiettivo di sedurre, stupire, convincere e magari anche vendere; lo UX writer, invece, scrive con l’obiettivo di aiutare l’utente a interagire con un’interfaccia in modo semplice e intuitivo e di fargli vivere una fantastica esperienza d’uso (cosa che potrebbe far vendere l’azienda ancora di più!).

 

Ricorda: Il copywriter è un creativo, mentre lo UX writer è un progettista di esperienze – Alice Morrone

 

Come potete capire, lo UX Writer è molto strategica e dialoga con le diverse figure che partecipano al processo di sviluppo di un progetto web; pertanto è a supporto dei vari team di lavoro:

– quelli che si occupano di analisi dei dati

– con l’UX Designer, che si occupa di progettare l’interfaccia

– con il team che si occupa di sviluppo e costruzione dell’interfaccia

– quelli che si occupano di marketing/copy.

 

Microcopy e comunicazione: su quali caratteristiche puntare?

Quali sono le principali peculiarità che i microcopy devono trasmettere a livello di comunicazione? Alice Morrone suggerisce di focalizzare l’attenzione su 5 elementi chiave:

– la personalità del brand per cui stiamo lavorando;

– il tono di voce che l’azienda ha o desidera avere;

– il tipo di relazione che vuole costruire con i suoi clienti;

– quali valori vuole trasmettere e quali non vuole trasmettere;

– il momento storico in cui scriviamo e ciò che in quel momento sta accadendo nel mondo, nel Paese, nell’azienda.

In conclusione

Come potete comprendere, la figura professionale dello User Experience Writer è molto strategica e innovativa. Come abbiamo potuto esaminare, stiamo parlando di una risorsa chiave, che fa da collante dei vari team che lavorano su un progetto web e pertanto deve avere uno spirito molto “collaborative”, proattivo e dinamico.

Un ruolo sicuramente non semplice ma che può dare molte soddisfazioni. Un’attività, che deve favorire un approccio sperimentale e che pertanto richiede la costante misurazione dei risultati ottenuti, prima e dopo la fase di scrittura.

La lettura del libro di Alice Morrone, #UX Writer  – scrivere microcopy che convertono, può essere una valida soluzione per approfondire questa tematica e soprattutto per toccare con mano un modus operandi pratico, dinamico e immediato per favorire efficaci soluzioni di call to action.

Nel libro trovate poi tools e suggerimenti a valore aggiunto, nonché molti casi studio per migliorare l’esperienza dei vostri clienti.