Previsioni e business plan in tempo di crisi? Come un’attenta analisi strategica supporta il maangement e l’imprenditore a gestire al meglio l’incertezza dei mercati e la repentinità del cambiamento tecnologico.

Previsioni e business plan: quale approccio adottare? In un periodo di crisi economica finanziaria come quello attuale risulta fondamentale attuare un efficace analisi strategica e previsionale ai fini della redazione di un business plan che non sia solo una tabella contenente dei numeri imputati dal Mago Merlino, ma comunque frutto di analisi, ragionamenti basate su possibili evoluzioni del mercato in cui si compete.

 

Previsioni e business plan: le vendite

La previsioni di vendita intese sono da intendere come espressione di volumi e prezzi per ciascun prodotto/servizio.

Ricorda: la conoscenza e l’analisi crtica del mercato in cui si opera risultano quindi il fondamentale punto di partenza per redarre un buon business plan.

In particolare occorre porsi queste domande:

Conoscete il vostro mercato?

Quali sono potenzialità del mercato?

Come sta evolvendo il mercato?

Quale grado di penetrazione?

Quali evoluzioni legislative potrebbero aprire nuovi spazi?

Cosa fanno i concorrenti?

Quali prezzi applicano?
In linea generale potremmo dire che le previsioni possono riferirsi a:

– Ricavi per prodotti/servizi

– Analisi del portafoglio clienti o classi di clienti

– Personale Commerciale

– Analisi concentrazione geografica

– Analisi per linee di business

– Analisi listino sconti

 

Previsioni e business plan: il ciclo di vita dei prodotti

Tutto ciò non basta, per fare una buona previsione bisogna anche avere ben in testa il ciclo di vita dei propri prodotti/servizi, le risorse esistenti e quelle da impiegare per colmare determinati gap; analisi della domanda per comprendere l’orientamento attuale e futuro: su quale fattore puntare? Orientamento alla qualità, al servizio, all’evoluzione tecnologica, al brand,al valore, ecc.

La percezione del consumatore è un aspetto rilevante: paga un determinato prezzo per la qualità che offre un determinato brand proponendo un prodotto con determinate caratterisitche.

 

Previsioni e Business plan: strumenti a valore aggiunto

Se desideri redigere un Business Plan evoluto e altamente professionale, suggeriamo di provare lo strumento Easy Bplan.

Lo strumento consente di creare un piano strategico economico-finanziario da allegare ad Business Plan (o da tenere quale documento interno che illustri gli aspetti economici e finanziari degli obiettivi strategici), anche nel caso di impresa in start-up.

EASY BPLAN permette inoltre di eseguire diverse attività che possono essere sintetizzate nei seguenti punti:

Master Budget: la versatilità del programma permette di programmare il budget d’esercizio completo sia per la parte economica (budget economico), per quella finanziaria (budget di tesoreria) e d’investimenti (budget di investimenti).

Operazioni finanziamento a m/l termine: il software contiene tabelle di calcolo dei piani di ammortamento delle operazioni di finanziamento, con possibilità di valutarne l’impatto sulla liquidità aziendale. Questa componente del software può essere utilizzata anche separatamente per fare delle semplici simulazioni.

Leasing finanziari: possono essere riportate nel piano strategico o nel budget eventuali operazioni di leasing finanziario; sono disponibili tabelle di calcolo delle rate e del debito progressivo. Il software è in grado anche di “spalmare” il valore del maxicanone sulla durata dell’operazione e a rilevarne l’uscita per l’intero importo.

Piano di investimenti: si può realizzare un piano d’investimenti o solo simularlo; il software calcola le rate di ammortamento e l’impatto a livello economico e finanziario degli investimenti sullo stato patrimoniale e sul conto economico (ammortamenti).

Gestione progetto: potete gestire un programma d’investimenti in ricerca o di altra natura in modo del tutto indipendente dalle altre funzioni. Ciò vi consente di integrare eventuali domande di agevolazione (CE, MIUR, MAP, Regioni, ecc.) con le informazioni dettagliate relative al programma: fasi temporali e milestone, diagramma di Gantt, i costi e le ricadute aziendali (o MOL del programma).

Simulazioni di Break-Even: è possibile effettuare simulazioni su prezzi, sulle quantità vendute o da vendere e verificare a il punto di Break-even. Avrete una visione importante anche sul prezzo medio ottimale di vendita della vostra produzione (mix quantità e prezzo) con le ricadute a livello di margine di contribuzione.