La 6a edizione del premio Best Practices per l’innovazione è terminata. La ventata di entusiasmo e la voglia di rimboccarsi le maniche, che si è respirata durante le varie sezioni è ancora molto ben presente soprattutto tra i soical network e le community in cui si commenta quanto emerso durante l’evento.

Competizione senza frontiere e innovazione continua: sono questi i must per dare stimolo e impulso al made in Italy e portare convinzione e ottimismo in un paese che ha sempre vantato storicamente grandi eccellenze. Inutile storcere il naso e aspettare sulla poltrona, senza dare segni di vitalità: occorre darsi una mossa e ricordarsi che chi ha il tempo non spetti il tempo!!!! Inutile lamantarsi e pensare che qualcosa accadrà!

Ringraziamo Giuseppe De Nicola ideatore di  questo evento e presidente del Gruppo servizi Innovativi e Tecnologici e da molti anni si batte per diffondere una cultura aziendale fatta di innovazione, creatività e competizione. Lo ringraziamo per la voglia di dare stimolo e impulso al motore dell’innovazione, vero canale di scivoloper alimentare la crescita economica. Tutti uniti possiamo tramettere questa condivisione di conoscenza e questo stimolo all’innovazione e a un cambiamento culturale che deve essere rilevante: non bisogna essere passivi ma proattivi e credere nel networking.

E bene qui di seguito vi riepiloghiamo i vincintori di questa 6a edizione del premio Best Practices:

Ricordiamo che il Premio è stato organizzato dal Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno con il supporto di Confindustria Servizi nazionale ed in collaborazione con Campania Innovazione, Agenzia Regionale per la promozione della Ricerca e dell’Innovazione.

L’iniziativa è voluto valorizzare il lavoro delle aziende di Servizi e del Manifatturiero in tema di Innovazione e renderne visibili le progettualità imprenditoriali realizzate per committenti privati e/o pubblici.

Le aziende vincitrici e menzionate sono le seguenti:

VINCITORI

AZIENDA    :     PERSONAL FACTORY srl – Simbario, Vibo Valentia
PROGETTO :     AUTOPRODUZIONE MALTE A TECNOLOGIA BREVETTATA “ORIGAMI 4”
CLIENTE    :    MATSERVICE

Motivazione del premio: L’intuizione vincente che ha portato ad innovare in un settore tradizionale come l’edilizia, ha prodotto  un vantaggio diffuso in un tutto il sistema economico. I risultati ottenuti dal progetto Origami 4, sia in termini economici che commerciali, rappresentano il miglior biglietto da visita per un progetto che si appresta anche a varcare i confini nazionali.

AZIENDA:     CTI FOODTECH  SRL – Montecorvino Pugliano (Sa)
PROGETTO :     DENOCCIOLATRICE DI PESCHE
CLIENTE    :    Mercato mondiale industria trasformazione pesche

Motivazione del premio : Efficienza ed efficacia dell’innovazione tecnologica che premia la capacità del segmento alimentare della meccanica industriale di rinnovare il know how italiano nel settore e esportarlo nel mondo.

AZIENDA    :     SPINVECTOR – BENEVENTO   
PROGETTO :     SPINVECTOR, SIMULATORI ED ATTRATTORI
CLIENTE    :    MUSEO DELL’ARCHITETTURA VIRTUALE DI ERCOLANO

Motivazioni del premio: Il teatro virtuale per il Museo Archeologico di Ercolano,  realizzato dall’azienda beneventana, ha avuto il doppio merito di valorizzare sia la competenza tecnologica del proponente che quella del beneficiario, rappresentando una best practices di contaminazione tra mondo dell’innovazione e beni culturali. Un binomio quanto mai necessario nel nostro Paese.

MENZIONI

AZIENDA    :     OELLE COSTRUZIONI MECCANICHE – Torre Orsaia
PROGETTO :     ZERO99
CLIENTE    :    CLIENTI VARI

Motivazione : Green economy e ottimizzazione dei trasposti cittadini : con il veicolo a trazione elettrica composto in materiali plastici riciclabili , destinato alle ZTL dei centri storici italiani, l’azienda salernitana offre al mercato un prodotto che risponde ad esigenze oggettive di un mercato senza frontiere

AZIENDA    :     EURTRONIC STUDIOERRE – Castel Maggiore, Bologna
PROGETTO :     VIBRA E VIBRAPLUS
CLIENTE    :    CENTRO DI RIABILITAZIONE E STRUTTURE SPORTIVE

Motivazione: Da fornitore a driver. La sfida dell’azienda emiliana di andare oltra la dimensione “terzista” nel settore di appartenenza, rappresenta perfettamente lo spirito del premio. L’innovazione che fa emergere il valore aggiunto dalle nostre fabbriche è lo strumento necessario per affrontare la competizione globale con l’arma migliore che il Paese ha a disposizione : la creatività.

EX AEQUO

AZIENDA    :     MOSAICOON – PALERMO
PROGETTO :     PLAVID E TRACKING
CLIENTE    :    CLIENTI VARI

AZIENDA    :     77 AGENCY – MILANO
PROGETTO :     SOCIAL MACHINE
CLIENTE    :    TURISMO FRIULI VENEZIA GIULIA

Motivazione: Il presente della comunicazione passa attraverso l’uso utile della rete. La menzione Ex aequo intende sensibilizzare e promuovere a tutte le imprese le nuove tecniche che le due aziende italiane hanno usato con successo per i propri clienti. Social Media Marketing e marketing virale saranno sempre di più parti fondamentali dei piani di comunicazione delle aziende che vogliono competere dentro e fuori i confini nazionali.
 

MENZIONE SPECIALE

AZIENDA    :     COOPERATIVA  KISMET, BARI
PROGETTO :     DAL PALCOSCENICO ALLA REALTA’
CLIENTE    :    ASSESSORATO PROMOZIONE SALUTE E PARI DIGNITÀ REGIONE PUGLIA

Motivazione: La scelta dell’amministrazione regionale pugliese di usare la comunicazione teatrale come mezzo per promuovere il delicato tema della sicurezza sui luoghi di lavoro, rappresenta un’innovazione importante per la riduzione dei costi sociali connessi al tema.

PREMIO DELLA PLATEA:

AZIENDA: CERAMICA SANTORIELLO E PARAVIA E & PARTNERS
PROGETTO : SISTEMA DI COSTRUZIONE STRELL
CLIENTE: CLIENTI VARI

PREMIO DEL WEB           .
AZIENDA: CERTIPASS
PROGETTO: PIATAFORMA DIDASKO
CLIENTE: OPERATORI INFORMATICI

VINCITORE SEZIONE UP START PAOLO TRACI

AZIENDA    :     LIQUIDWEB – SIENA
PROGETTO :     BRAINCONTROL

Motivazione: Per avere dato attuazione ad un sogno antico: usare il pensiero per muovere gli oggetti. Un prodotto di grande impatto, che supera l’aspetto scenografico che lo contraddistingue e ce lo fa apprezzare per la sua capacità concreta di aprire grandi prospettive a persone con disabilità gravi. La genialità dell’intuizione e il suo aspetto visionario fanno superare al Comitato i dubbi applicativi per la immediata attuazione concreta, ancorata alla risoluzione di problematiche di prodotto. La circostanza che  Brain Control nasca dall’assemblaggio di tecnologie già esistenti è considerato elemento di ulteriore merito.

MENZIONE PER I RISVOLTI AMBIENTALI

DESTINATARI:     V.Marano, G. Rizzo , Università di Salerno
PROGETTO :     HYSOLARKIT

Motivazione: Lo sviluppo di veicoli ibridi che utilizzano l’energia solare in aggiunta al tradizionale motore a scoppio costituirà uno scenario di grande prospettiva dei prossimi anni. Questo cambiamento rischia di rendere obsoleto l’enorme parco macchine esistente, accelerandone la dismissione e creando maggiori problemi di smaltimento. Il progetto Hysolarkit individua lucidamente la questione, e ne offre una risoluzione estremamente pragmatica con la realizzazione di un kit di ibridizzazione del parco auto esistente. Il Comitato ne apprezza profondamente i risvolti ambientali e incoraggia la fase, non semplice, di industrializzazione e  commercializzazione dell’idea.

MENZIONE PER I RISVOLTI SOCIALI

DESTINATARI:     Pharmabullet, Salerno
PROGETTO :     KIT PROGNOSTICO PER LA VALUTAZIONE TUMORE ALLA PROSTATA

Motivazione: E’ naturale che un kit per la diagnosi precoce del tumore alla prostata, tenda a lasciare indifferente circa la metà di chi ne sente parlare, ovvero le donne. Ma per l’altra metà, dotata di prostata, la possibilità di diagnosticare in tempi più rapidi di quanto non sia stato possibile finora, l’insorgenza di un cancro e la sua possibile criticità, può fare la differenza.
Inoltre la diagnosi precoce di una malattia ha notevoli benefici di natura sociale per la diminuzione del carico sul sistema sanitario.  Questi risvolti sociali sono senza dubbio di particolare rilevanza nel progetto Pharmabullet.

MENZIONE PER IL MAGGIOR POTENZIALE DI MERCATO

DESTINATARI:     Michele Forbicioni, Orvieto
PROGETTO :     BID MY TRAVEL

Motivazione: Il settore del turismo ha subito nel corso degli ultimi dieci anni notevoli mutamenti, che ne hanno sconvolto le logiche e provocato modifiche nel processo di acquisto e nei prodotti. Questi cambiamenti sono dovuti in gran parte al processo di accelerazione tecnologica del mondo web in questo ambito. Si comprano viaggi in maniera totalmente differente.
Sembrava che ormai l’innovazione potesse avere spazi molto limitati in ambito leisure; il progetto Bid My Travel, eccellente nell’intuizione e nella preparazione, toglie questa illusione e propone un modello innovativo customer centered, in cui il potenziale cliente lancia la sua proposta sul web e riceve offerte dagli operatori da ogni parte. Una idea nuova che merita il riconoscimento del comitato per il coraggio di sfidare i grandi player oligopolistici che dominano il settore e ne disegnano logiche e strategie. Una sfida che, se vinta, aprirebbe scenari con pochi limiti.

MENZIONE PER L’IDEA MEGLIO DESCRITTA

DESTINATARI:     Bioricerche 2010 Scarl, Napoli
PROGETTO :     Progetto Waste and Life

Motivazione: Waste&Life è un progetto ad elevatissima complessità tecnologica che si propone di “… creare una Banca di Cellule Umane utilizzando materiale biologico proveniente dal tessuto chirurgico o da organi ritenuti non idonei per il trapianto”.
La grande complessità di approcciarsi all’iniziativa è stata supportata e semplificata dalla capacità dei proponenti di presentare una proposta lineare, estremamente coerente e della quale si apprezzano gli elementi tecnici, commerciali e finanziari. Una chiarezza che deriva da un rigore progettuale nell’auto valutazione dell’idea da parte dei proponenti stessi, requisito non comune nelle start up.

MENZIONE PER L’IDEA PIÙ CREATIVA

DESTINATARI:     Pier Giuseppe Meo, Giovanni Losco, Gennaro Di Giaimo,    Napoli
PROGETTO :     City Commerce

Motivazione:  Nuovo e antico si fondono in City commerce, in salsa creativa. Il progetto ripropone in chiave tecnologica la modalità di passaparola di quartiere che è sempre esistita per veicolare le offerte speciali. Dare la possibilità ad un commerciante di offrire, a forte ribasso, l’invenduto, lanciando un app che avvisi chi si trova in zona con un messaggio vocale è un modo molto nuovo di creare vantaggi per chi compra e per chi vende.
Ma è anche un modo per riportare in vita, in forma digitale, il mestiere del banditore o come si diceva “‘o pazzariello”, reso immortale dal Principe De Curtis nel film “l’Oro di Napoli”.

PREMIO DELLA PLATEA:
AZIENDA: MANGATAR
PROGETTO : MANGATAR SOCIAL GAME

PREMIO DEL WEB
AZIENDA: CAPTIKS
PROGETTO: CAPTIKS

Confindustria Salerno ha voluto conferire due MENZIONI SPECIALI ad aziende iscritte, Jcoplastic e Publicis Healthware Group, che hanno fatto dell’innovazione seriale e del sostegno alla stessa un fattore di successo internazionale.