Power Query Excel è un prezioso strumento excel, che può aiutare su più fronti, coloro che quotidianamente hanno a che fare con la raccolta, la gestione, l’elaborazione e riepiloghi di sintesi di dati aziendali. Power Query excel è un modo innovativo di utilizzare lo strumento excel e apre le porte al concetti di aggregazione e normalizzazione dei dati in maniera semplice e intuitiva.

In questo articolo, attraverso un esempio semplice e pratico, focalizziamo l’attenzione su come Power Query Excel  può aiutare a creare tabelle dinamiche che si auto aggiornano.

Power Query: che cos’è?

Se sei ancora scarico di conoscenza dello strumento Power Query Excel, di seguito ti riportiamo alcuni articoli, che ti aiuteranno a capire fin da subito le enormi potenzialità di questo tool di casa Microsoft:

Introduzione a Power Query: da dove partire?

Power Query: che cos’è, a cosa serve e come si usa

La colonna esempi di Power Query excel

Come lavorare in modo innovativo  con  excel: strategia  Power Query

7 suggerimenti per imparare Power Query

Operazione pulizia dei dati con lo strumento  PowerQuery

Aggregare e accodare dati con PowerQuery

Pulire e normalizzare i dati con excel

 

Power Query excel: creiamo i totali aggregati

L’esempio che andiamo a proporre può essere risolto anche in altri modi ad esempio sfruttando le tabelle pivot o le classiche funzioni excel, come ad esempio la somma.se o la somma più se.

Il vantaggio di utilizzare Power Query è quello di muoversi con semplici step e poi di avere a disposizione una tabella di sintesi, che si aggiorna all’inserimento di nuovi dati.

Supponiamo di avere una base dati delle vendite per anno fiscale e di volere estrapolare informazioni riepilogative per prodotti venduti.

Qui di seguito, potete vedere uno stralcio del database utilizzato:

Power Query Excel

Nella sezione “Dati” del menu excel procediamo a caricare i nostri dati scegliendo l’opzione da “Tabella”:

 

Entreremo pertanto nell’area di lavoro di Power Query:

Nella menu, entriamo nella sezione 2aggiungi colonna” e utilizziamo “colonna personalizzata” per calcolare i nostri ricavi (quantità per prezzi). Nominiamo la tabella “Totale ricavi”

A questo punto andiamo nella sezione “Trasforma” e scegliamo l’opzione “Raggruppa per” e supponiamo di voler aggregare i dati per prodotto:

Ora che abbiamo aggregato i dati, clicchiamo su “Chiudi e Carica in” e andiamo a crearci la nostra tabella di sintesi direttamente su foglio excel:

La suddetta tabella, naturalmente potrà essere ulteriormente personalizzata con ulteriori aggregazioni avanzate: ad esempio raggruppamento per anno e prodotto:

Le possibili opzioni sono varie e con diverse personalizzazioni. Queste tabelle di sintesi possono essere create anche come componenti di cruscotti aziendali, in quanto si aggiornano qualora vengano inserite nuove informazioni nel database di partenza.

Il vantaggio di queste tabelle di sintesi, rispetto ad esempio alle tabelle pivot è che sono più agevoli da utilizzare nel caso si debbano poi aggiungere formule o costruzioni di grafici nel formato classico di excel.