L’idea dell’eco-sostenibilità è una mission che è sempre più perseguita da diverse realtà aziendali. L’obiettivo è quello di ridurre gli sprechi e favorire i processi di riutilizzo del materiale. In questo articolo, parliamo di Playwood, azienda operante nel settore dell’arredo modulare e multifunzionale.

L’idea del connettore per assemblare il tuo arredo

L’idea di Playwood è decisamente innovativa e semplice e si basa su una logica di semplicità di montaggio e smontaggio. I pezzi possono essere facilmente assemblati attraverso dei connettori, che permettono di fissare pannelli con spessori che rientranti nel range di 15-19 millimetri.

Non occorre utilizzare il trapano per eseguire fori, ma basta una semplice brugola per procedere al fissaggio. Pertanto il prodotto diviene molto semplice da montare e alla portata di tutti e soprattutto favorisce una logica di riutilizzo. Pertanto, Playwood, rispetto alla concorrenza sta cercando di puntare soprattutto sulla logica di semplicità di montaggio e smontaggio, con possibilità di elevata flessibilità, personalizzazione e facilità di sostituire i pezzi in caso in cui siano necessarie delle riparazioni. L’altro elemento chiave è quello dell’elevata personalizzazione dei prodotti.  Una serie di prodotti, che nascono per favorire il “fai da te“, o per usare le parole del CEO di Playwood, Stefano Guerrieri per il “do it yourself”.

Opportunità di mercato: arredo per home office e uffici

La crescente esigenza di fare smart working ai tempi del Covid19 e la necessità di rivedere gli spazi uffici e rimodularli con pannelli, è una grande opportunità di mercato.

Il modello smart working sta prendendo piede;  presumibilmente saranno sempre maggiori le aziende che punteranno su logiche di organizzazione del lavoro sulla base di modelli, che prevedono parte dell’attività in ufficio e parte direttamente a casa.

Il lavoro da remoto forzato per il covid19, ha mostrato che questo è un modello perseguibile e che può migliorare la qualità della vita delle persone.

Il lavoro da casa porterà alla necessità di creare veri e propri spazi dedicati per l’attività lavorativa. Crescerà l’esigenza di postazioni di lavoro ad hoc tra le mura di casa. Ecco perché Playwood ha deciso di lanciare una linea di prodotti, che si rivolge a questa nuova nicchia di mercato.  A questo si aggiungono poi prodotti per gli uffici e strutture temporanee per l’arredo di spazi commerciali, eventi e fiere.

Numeri in crescita e canali di vendita

Un mercato dinamico e globale. Playwood è molto attiva su un mercato di tipo internazionale e può gia contare su oltre 9000 clienti diffusi in oltre 30 nazioni. Nel 2019, Playwook ha toccato un volume di 500k pezzi venduti pari a oltre 510k euro di fatturato. Numeri decisamente interessanti e destinati a crescere, grazie ad accordi commerciali stipulati con importanti catene retail come ad esempio Obi e Leroy-Merlin.

L’azienda punta poi forte sul mercato ecommerce mediante una piattaforma proprietaria e attraverso altri portali, come ad esempio quello di Amazon. Nel momento in cui stiamo scrivendo l’articolo, segnaliamo che è in corso un’iniziativa di crowdfunding sulla piattaforma Mamacrowd.