Oval Money è un’app per la gestione smart delle finanze e del risparmio personale, con possibilità di percorsi di investimento automatici, intelligenti e personalizzati.  Oval è decisamente una della realtà più proattive e interessanti del fintech. Oltre 350.000 gli utenti registrati. Andiamo a conoscere meglio questa dinamica e promettente azienda proponendo l’intervista a Claudio Bedino – COO e Co-fondatore di Oval Money.

 

Facciamo un po’ di storytelling su Oval: idea e startup

L’avventura di Oval nasce nel 2017. L’abbiamo fondata in quattro, insieme a Benedetta Arese Lucini, Edoardo Benedetto e Simone Marzola.

Tutto nasce dall’idea di sviluppare un progetto che potesse fornire a tutti gli strumenti per risparmiare secondo le proprie regole, garantire ai propri risparmi una crescita organica grazie a prodotti d’investimento adatti a tutte le tasche e raggiungere così il benessere finanziario a 360°.

Nel 2018 il Gruppo Intesa Sanpaolo crede in noi e entra nel capitale sociale con una quota in capo a Neva Finventures, il Corporate Venture Capital di Intesa Sanpaolo Innovation Center.

Lo scorso ottobre, Eurizon Capital SGR, la società di asset management sempre del Gruppo Intesa ha chiuso una partnership con noi. Non ultimo, questo novembre abbiamo attivato una nuova campagna di equity-crowdfunding che si è conclusa con grande successo, non solo perché abbiamo raggiunto oltre 1 milione di sterline, ma perché abbiamo sperimentato la prima campagna al mondo gestita in-App.

 

Oval in cifre: quanti utenti attivi?

Al momento abbiamo superato i 350.000 utenti registrati, di cui circa 120.000 sono utenti regolarmente attivi

 

Oval Money

Come funziona Oval Money?

Oval è un’applicazione per la gestione smart delle proprie finanze, consente di accantonare in un portafoglio digitale parte del denaro in funzione di regole di risparmio definite dall’utente, che vanno da una quota fissa a una percentuale degli introiti, fino all’arrotondamento di certe spese.

Questo sistema permette non solo di monitorare le spese e di accumulare risparmi, ma anche di investire in modo automatico, intelligente ed estremamente semplice.

Oltre alla piattaforma ben collaudata, lo scorso ad aprile abbiamo annunciato Oval Pay, un conto corrente con carta progettato per incoraggiare ancora di più il risparmio e l’investimento.

Per la prima volta in Europa è possibile mettere da parte risparmi e fare investimenti, appunto, utilizzando la propria carta per i pagamenti.

Oval Pay effettua degli arrotondamenti in tempo reale su tutti gli acquisti, in modo che piccoli importi siano automaticamente trasferiti in un salvadanaio digitale o investiti direttamente nei prodotti disponibili. E’ un conto smart che, a differenza dei conti tradizionali, aiuta anche l’utente a controllare le proprie spese grazie ai suggerimenti dell’Intelligenza Artificiale, con la possibilità di collegare anche altre carte e conti in possesso, così da avere sempre sotto controllo tutte le proprie transazioni.

 

Come siete organizzati?

Nell’ultimo anno le risorse sono raddoppiate e oggi siamo 50 persone a lavorare in Oval tra Londra, Torino e Milano, ma questo numero è destinato a crescere nei prossimi mesi. Il nostro team lavora con il metodo Agile e siamo organizzati internamente in squad multidisciplinari di 8-10 persone. Ogni squad è composta da diverse figure professionali ( ad esempio designers, developers, data analyst, ecc.) ed è focalizzata allo sviluppo di una feature specifica dell’app. Questo ci permette di sviluppare il prodotto in modo veloce, puntuale e organizzato.

Oval Money

La relazione italiani = risparmio è da sempre un aspetto rilevante che contraddistingue il nostro paese. La vostra idea innovativa come si colloca in tutto questo?

Gli italiani, si sa, sono degli ottimi risparmiatori seppur con delle differenze. Infatti, secondo i nostri dati, per esempio, emerge come gli uomini siano più inclini a mettere da parte denaro (79%), e ancora di più ad investirlo poi (87%).

Ma l’aspetto più significativo è che addirittura, in media, gli uomini italiani risparmiano il doppio rispetto agli europei. Essere riconosciuti nel continente per questa attitudine ci fa certo piacere. Ma la nostra non è una semplice app per riempire un salvadanaio virtuale, è un vero e proprio sistema che aiuta l’utente a farlo in modo intelligente, secondo le proprie abitudini e i trend di entrate e di uscite.

L’atto di risparmiare non deve essere vissuto come una privazione o una costrizione, ma come una routine positiva, un’azione che si inserisce in modo morbido nel nostro quotidiano. Insomma, quasi non ce ne dobbiamo accorgere e, dopo un certo periodo, ci ritroviamo con un gruzzoletto da spendere in ciò che vogliamo o anche da investire.

 

Le banche come si relazionano con voi? Considerano Oval un’opportunità o una minaccia?

Crediamo che le aziende del settore fintech abbiano molto da imparare dalle banche e al momento non hanno ancora la forza per sostituirle in toto. Una sana cooperazione tra le due realtà è fondamentale sia per le banche tradizionali, che potranno avere l’opportunità di innovarsi più rapidamente, che per organizzazioni come la nostra che non possono che trarre vantaggio dall’esperienza e competenza dalle istituzioni più classiche, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti regolamentari.

Banche e aziende fintech devono saper cogliere oggi l’occasione di lavorare insieme per valorizzare il servizio agli utenti, integrando i servizi tra loro nel miglior modo possibile.

 

Qual è business model di Oval Money?

Oval Money è un’applicazione gratuita per l’utente e il nostro modello di business prevede una commissione che applichiamo alle aziende che offrono prodotti e servizi.

Oval si occupa dell’intera distribuzione, dell’assistenza clienti e del processo di abbonamento digitale.

L’unica commissione per l’utente è un 1% che viene applicato alla chiusura delle posizioni d’investimento; di questa commissione, una parte va alla società emittente dei prodotti finanziari e una parte a noi di Oval. Inoltre abbiamo una marginalità sull’utilizzo del conto Oval Pay da parte dell’utente e stiamo immaginando l’introduzione di piani a pagamento premium, sempre legati a Pay, che includano servizi esclusivi a valore aggiunto erogati tramite abbonamento mensile.

 

Una volta accumulati i risparmi sull’app Oval Money che cosa fare? Proponente anche soluzioni di investimento opportunamente ponderate in base al rischio del risparmiatore?

Come già accennato, uno dei punti cardine di Oval Money è la democratizzazione del mondo della finanza. Per questo abbiamo sviluppato un anno fa una piattaforma di investimento interna all’app, in cui sono racchiusi prodotti finanziari creati esclusivamente per Oval con l’obiettivo di rendere gli investimenti facili e automatici per tutti, guidando gli utenti verso l’indipendenza finanziaria. L’utente può investire in pochi istanti l’importo che vuole in prodotti finanziari che hanno un taglio etico in linea con il nostro approccio, e rappresentano realtà innovative che mirano al cambiamento dello stile di vita, incoraggiano le diversità e promuovono soluzioni per la tutela dell’ambiente.