Outsourcing è un processo aziendale che prevede l’assegnazione di compiti e funzioni aziendali a membri esterni e non operatori interni. Per tutti coloro che stanno pensando di avviare un negozio online o un business, potrebbe essere importante sapere che cos’è outsourcing, quali sono le sue funzioni e tutti i vantaggi e svantaggi da considerare.

Si tratta di un concetto che è conosciuto da un po’ di tempo, anche se il mondo aziendale oggi è totalmente cambiato, si può sempre trovare alla base una strategia di outsourcing.

Quindi, l’outsourcing ti permette di ottimizzare il tuo lavoro perché consiste nell’assegnare un incarico ad una società o un’azienda esterna, che è specializzata in quella attività e l’obiettivo sarà quello di abbattere tutti i costi. Chi si occupa di dropshipping sa che l’outsourcing è un processo fondamentale, perché i dropshipper esternano i servizi e attività come l’inventario ad applicazioni di terze parti, in quel caso anche la produzione e la spedizione è affidata ad una parte esterna all’azienda.

Come funziona il servizio di outsourcing

Nell’ultimo decennio molte aziende sono ricorse all’outsourcing e sul mercato è sempre più richiesto, per lo svolgimento di servizi che riguardano la produzione, la vendita o lo sviluppo dell’intero prodotto. Alcune aziende richiedono l’esternalizzazione per: la gestione del personale, amministrazione, servizi di manutenzione, sicurezza, strategia, marketing, pubblicità e finanziamenti.
Il concetto di outsourcing non è univoco ma si riferisce ad una serie di attività, come ad esempio un’impresa che instaura un rapporto con un’altra impresa per poter avviare una produzione di prodotti che richiedono un asset specifico e che non è reperibile all’interno dell’organizzazione.

Durante questo processo non è obbligatorio che la ditta esterna si occupi della produzione dell’intero prodotto, ma può realizzare anche delle piccole parti che serviranno per costruire il prodotto finale. Per poter svolgere questa attività non occorrono competenze speciali, tutti possono essere in grado di comprenderne i meccanismi.

 

Outsourcing, come farlo al meglio

Prendere la decisione di delegare alcune attività ad un’azienda esterna, non è da prendere assolutamente alla leggera. Questo, perché quando i compiti vengono esternalizzati, è necessario iniziare un processo di integrazione da fare con criterio. Prima di poter iniziare un processo di outsourcing è sempre meglio considerare quali sono gli errori da evitare.

Avviando un’esternalizzazione l’azienda può concentrarsi di più sulle competenze chiave, può ridurre i costi di fornitura visto che quelli esterni sono sempre più economici, può risparmiare molto tempo ed è importante per le piccole aziende che si sono inserite da poco nel settore, inoltre l’uso di strategia di outsourcing può avere dei vantaggi qualitativi.

Una cosa da fare assolutamente è proteggere i dati perché la ditta esterna avrà le informazioni sui dati aziendali sensibili e un eventuale reinserimento potrebbe essere molto costoso e richiedere tempo.

Inoltre, bisogna ovviamente valutare attentamente il partner al quale ci stiamo affidando. Prima di buttarsi a capofitto è necessaria un’attenta analisi e selezione. Infine, bisogna sempre stipulare degli accordi precisi, perché quelli poco chiari possono portare all’insoddisfazione.