Modelli di marketing digitale: eccellenze italiane in crescita. Esempi di successo.

 

Modelli di marketing digitale? Si Grazie. In questo articolo parliamo di Advice Group, giovane realtà torinese, leader nel settore del behavioural digital marketing. Advice Group ha chiuso un round da 300.000 euro per finanziare la prima fase del business plan e ha firmato i primi due accordi commerciali in America Latina, a Lima con Circus Grey e a Bogotá con REP Grey.

 

Modelli di marketing digitale e strategie di loyalty

Mediante l’utilizzo di strategie di loyalty digitale basate sulle tecniche di behavioural marketing e all’analisi dei big data promozionali, Advice Group consente alle aziende che operano sui mercati B2B e B2C di innovare i propri strumenti di ingaggio e fidelizzazione dei consumatori. Si passa da una logica di analisi ex-post dei comportamenti d’acquisto, a una mappatura in tempo reale degli stessi, massimizzando così le performance attraverso la cessione di opportunità in tempo reale, personalizzate sul potenziale del cliente e non più solo sullo storico degli atti di acquisto.

 

Modelli di marketing digitale: il ruolo strategico del Real Time Loyalty

L’approccio digitale e l’utilizzo delle tecniche proprie della Real Time Loyalty consentono di aumentare le performance e la reattività nelle operazioni di fidelizzazione e di sviluppare programmi di relazione 1to1 altamente performanti, ottenendo:

  • maggiori livelli di redemption
  • aumento del tasso di conversione d’acquisto, quindi del ROI delle campagne
  • ingaggio di client e consumer per periodi più prolungati di tempo con un costo relativamente inferiore rispetto ai programmi tradizionali
  • coinvolgere la rete di distribuzione e i punti vendita parallelamente ai consumatori, con benefici in termini di sell-in e di sell-out, aprendosi al campo del trade marketing nel triangolo BtoBtoC

 

Advice Group ha appena concluso un round da 300.000 euro sottoscritto da un gruppo di investitori seriali in start up con il quale verrà finanziata la prima fase del piano industriale quadriennale e che consentirà alla società di sviluppare il business internazionale con un focus in America Latina, completare lo sviluppo della piattaforma Wekit che verrà presentata ai clienti come soluzione SAAS (Software as a Service) rendendo il business ulteriormente scalabile, in Italia così come in Latam.

 

Modelli di marketing digitale e processo di internazionalizzazione

Per lo sviluppo internazionale è stata individuata la crescente Alleanza del Pacifico che comprende Perù, Messico, Cile e Colombia sulla base di parametri della penetrazione nell’utilizzo del web e degli strumenti digitali, del relativo tasso di crescita e della domanda espressa dalle aziende locali o straniere attive in quelle nazioni.

Il piano di crescita internazionale ha subito un’accelerazione a partire dal Perù, dopo che Circus Grey, la più grande agenzia di comunicazione del Gruppo WPP in Sud America, ha deciso di stringere una collaborazione in esclusiva con Advice, che prevede l’attivazione di un team di behavioural marketing specialist, localizzato nelle proprie sedi, in grado di operare sui top clients dell’agenzia su tematiche di digital loyalty innovation e behavioural marketing.
A settembre la medesima collaborazione è stata firmata anche in Colombia con REP Grey, avviando di fatto la seconda branch di Advice in America Latina, a Bogotà.

 

Quali scenari futuribili per Advice Group dopo l’accordo con Grey?

Fulvio Furbatto, Amministratore Delegato di Advice, ha risposto quanto segue: “Sono lusingato che Circus Grey abbia intuito l’opportunità di siglare questo accordo che genera valore per entrambi i partner. Ritengo che sia la prova che questi mercati siano il futuro dello sviluppo del digital marketing, in quanto pronti ad assorbire i nuovi modelli già sperimentati sui mercati europei”.

Quali opportunitià per Circus Grey?

L’amministratore di Circus Grey, Marco Milesi ha commentato così: “Grazie alla collaborazione con Advice Group, da oggi possiamo aiutare i nostri clienti ad affrontare le sfide del mercato digitale e ad essere più competitivi, sia nel segmento fast moving consumer goods, per prodotti ad alta rotazione, sia per il settore slow moving, come l’insurance, il finance e l’automotive, dove la relazione col cliente, spesso poco frequente, va costruita su nuovi paradigmi comportamentali fino ad ora inesplorati”.