Quando si deve analizzare l’andamento delle serie storiche ad esempio dei ricavi, le medie mobili con excel possono essere di aiuto. In questo articolo proponiamo un pratico esercizio pratico su medie mobili utilizzando excel. Seguono poi alcuni suggerimenti in ambito di forecasting.

 

Analisi serie storiche excel:  osservazione e interpretazione

Le medie mobili con excel di solito sono calcolate con  una formula che prende in esame i valori di un certo numero di periodi diviso il numero dei periodi. La formula viene poi trascinata lungo tutta la serie storica.

Supponiamo ad esempio di avere i seguenti ricavi di vendita:

Prima di calcolare le medie mobili, procediamo ad un’analisi della serie.

Come potete osservare la nostra serie storica copre un orizzonte temporale di 4 anni. L’andamento annuale nel complesso ha evidenziato quanto segue:

L’anno più performante è stato il 2019, dove si sono raggiunti ricavi per 9485, con una media mensile si 790. L’anno peggiore è stato il 2016 con ricavi per 8835 e media mensile per 736.

Questo business ha avuto fino ad ora un andamento altalenante e lo possiamo osservare meglio dal grafico di sintesi dei 4 anni:

Andiamo ora a eseguire l’analisi della serie storica con excel dei mesi. Sotto potete osservare il trend mensile dei quattro anni.

medie mobili con excel

 

Nella tabella più sotto abbiamo calcolato i valori di minimo e massimo di ciascun anno. E’ interessante notare come il peggior minimo sia avvenuto nel 2018, mentre il miglior massimo nel 2017.

Medie mobili con excel a tre periodi e 5 periodi

 

Passiamo ora all’applicazione pratica delle medie mobili con excel.

Useremo due differenti periodi temporali:

  • a tre periodi
  • a cinque periodi.

Vediamo come fare. Posizioniamoci nella colonna a fianco dei trend dei ricavi e posizioniamoci in prossimità del mese di marzo e scriviamo la seguente formula: =(C3+C4+C5)/3

Trasciniamo poi la formula verso il basso.

Eseguiamo la stessa procedura nella colonna successiva. Questa volta applicando la media mobilie a cinque periodi partiremo dal mese di maggio e scriveremo: =(C7+C6+C5+C4+C3)/5. Anche in questo caso trasciniamo la formula verso il basso.

Comparando il trend mensile, la media mobile a tre periodi e quella a cinque periodi potremo ottenere il seguente risultato grafico:

 

 

 

 

 

 

 

Come potete notare i trend delle medie mobili a tre e cinque periodi smorzano i picchi e appiattiscono l’andamento della serie storica. Ciò permette di effettuare un’esamina più ordinaria smorzando i massimi e i minimi di determinati mesi.

Previsione e forecasting: andare oltre le medie mobili

Trascinando ulteriormente le due medie mobili calcolate potreste ipotizzare l’andamento di gennaio 2020:

– con la media a 3 periodi avremmo un’ipotesi del mese di gennaio 2020 con importo pari a 527 euro

– con la media a 5 periodi invece avremmo un forecast di 686,60 euro.

Questo potrebbe essere un vostro range di analisi, che poi dovrà tenere conto dei seguenti fattori:

  1. situazione del mercato
  2. andamento passato del mese di gennaio
  3. situazione della forza commerciale
  4. strategie di marketing e promozioni.

Excel nel suo kit di formule presenta anche la funzione di previsione lineare. Se vi interessa comprendere come può essere utilizzata, vi invitiamo ad analizzare il caso pratico sulla funzione previsione lineare.

Vi suggeriamo inoltre di ipotizzare diversi scenari previsionale. In questo ambito può essere opportuno creare delle tabelle dinamiche di forecasting con excel.

Questo approccio è molto utile per cambiare dinamicamente i trend dei ricavi a secondo dello scenario scelto, in modo da cambiare il modello excel rapidamente.

Risorse per approfondire

Se ti interessa approfondire le tematiche di analisi delle vendite, ti suggeriamo la lettura dei seguenti articoli:

– creare dashboard aziendali con excel: esempi pratici sull’analisi delle vendite.

Analisi delle revenues e tecniche di forecasting

pianificare le vendite con excel: un modello pratico da analizzare.