Vendere la propria auto usata con un click, comprarne un’altra in pochi minuti, delegare il lavoro burocratico del passaggio di proprietà e quello logistico della gestione del trasporto: in una parola, semplificare il mercato dell’auto usata.

AUTO1 Group, la piattaforma automobilistica digitale leader in Europa per la compravendita delle auto usate, chiude i suoi primi 5 anni in Italia e continua il processo di sviluppo del proprio team e dell’attività, con oltre 50 assunzioni già previste per il 2020.

 

I fattori critici di successo di AUTO1 Group

Digitalizzazione, presenza sul territorio e valorizzazione delle risorse umane: sono queste le parole chiave che hanno orientato i primi cinque anni di AUTO1 Group in Italia.

 

AUTO1 Group in Italia: qualche cifra

Approdata a Milano nel 2014, dopo due anni dalla sua fondazione a Berlino, l’azienda è cresciuta fino a diventare uno dei pochi ‘unicorni’ europei, con un fatturato di 2,9 miliardi di euro nel 2018.

Nel mercato italiano, AUTO1 Group rappresenta il riferimento per i professionisti del settore dell’auto usata: con i suoi brand AUTO1.com, noicompriamoauto.it e Autohero e grazie alla sua tecnologia proprietaria, ha infatti digitalizzato e unificato un mercato altamente frammentato in Europa, rendendo possibile ai 60.000 rivenditori in Europa e agli oltre 6.000 partner italiani l’accesso a uno stock di più di 30.000 veicoli, aggiornato quotidianamente con più di 3.000 auto tramite il portale AUTO1.com.

 

Digitalizzazione e capillarità territoriale

Nonostante il business sia incentrato sulla tecnologia e sullo sviluppo di piattaforme digitali, una crescita simile non si improvvisa senza una presenza fisica capillare e investimenti importanti nelle realtà locali: ad oggi, AUTO1 Group Italia conta oltre 450 dipendenti, che lavorano tra gli uffici centrali di Milano e le 62 filiali presenti su tutto il territorio. Il 2019 è stato un anno chiave per lo sviluppo dell’azienda nel Paese: 10 filiali aperte, oltre 40 nuovi ingressi nell’organico e il lancio della nuova unità di business B2C, Autohero.

 

Valorizzazione e centralità delle risorse umane

Le previsioni di ulteriore sviluppo per il 2020, inoltre, hanno imposto l’esigenza di continuare a investire nelle risorse umane: al momento sono più di 50 le posizioni aperte per il 2020 in Italia, focalizzate in particolare sui dipartimenti Sales e Operations, ma che spaziano anche dall’ambito Tech a quello della Business Analysis.

Sin dalla sua apertura nel mercato italiano nel 2014, l’azienda ha puntato a offrire ai propri talenti un ambiente ideale per crescere e sviluppare le proprie competenze, grazie alla formazione continua delle risorse e un contesto internazionale, stimolante e giovane, in cui l’età media è di 31 anni e 22 manager su 29 sono millennials. Nel solo ufficio di Milano si contano ben 14 diverse nazionalità – che vanno dalla Svizzera alla Germania, passando dalla Bolivia all’Iran.

Auto1 Group

Quali scenari per Auto1 Group?

Stefano Galluccio, Amministratore Delegato e VP di AUTO1 Group Italia  ci ha evidenziato che  negli ultimi 5 anni si è assistito assistito a una crescita forte e costante di AUTO1 Group Italia  in Italia. Ad oggi AUTO1 Group è diventata un riferimento per tutti i professionisti del settore delle auto usate e per i privati che cercano un modo per liberarsi della propria auto in maniera veloce e pratica. Le sfide però non sono ancora finite e le potenzialità del mercato italiano sono enormi: il processo di digitalizzazione del comparto è ancora agli inizi e i prossimi obiettivi vedranno un consolidamento della posizione  di AUTO1 Group Italia e una presenza ancora più capillare sul territorio. Allo stesso tempo, l’obiettivo è quello di  assicurare una crescita strettamente correlata al potenziamento e alla valorizzazione delle risorse umane, che rimangono sempre la leva principale per raggiungere gli obiettivi di business”.