L’analisi dei dati economico finanziari in excel: quali metodi? Quali applicazioni?

Analisi dei dati economico finanziari in excel: articolo ddicato al modus operandi da seguire per osservare i dati, analizzarli ed elaborarli.
La definizione di una strategia che tenga conto della combinazione di diversi fattori che portano a possibili e variegati scenari futuribili è un aspetto rilevante per gli addetti ai lavori che quotidianamente devono raccogliere, analizzare e interpretare dati sotto forma di informazioni e risultati.

Un simile percorso è necessario ad esempio in sede di pianificazione strategica aziendale e di analisi del rischio o di redazione di un business plan o un’analisi di fattibilità economico finanziaria. Se sei un controller, un cfo, un’analista sarai costantemente invaso da dati da aggregare e sintetizzare per ricercare le cause e gli effetti di determinati risultati rispetto ad un budget.

Ma come si analizzano i dati economico e finanziari?
Quali sono le visuali da considerare?

Secondo Richard Stutely, bisogna partire da un presupposto fondamentale: “Generalmente la quantità maggiore di informazioni sarà disponibile dai propri dati finanziari e la quantità minore da rapporti pubblicati”.

Analisi dei dati economico finanziari in excel: le 4 modalità per osservare i dati

In particolare, Stutely nel suo libro “Manager e numeri” evidenzia 4 modalità di osservazione dei dati:

1)    Grezza: I dati devono essere esaminati così come vengono presentati ovvero nella loro forma di partenza

2)    Trasversale: si procede all’osservazione delle relazioni tra numeri. Stiamo parlando dell’analisi di tipo verticale ovvero il peso di un determinato valore di un prodotto rispetto al totale.

3)    Tendenze temporali. Ovvero analisi orizzontale. Cos’è successo alle vendite nel mese di Gennaio 2016 rispetto al mese di Gennao 2015?

4)    Comparativa (esempio analisi comparativa con la media del settore o con i competitor di riferimento.

I 4 metodi di analisi dei dati

Stutely descrive poi 4 metodi di analisi che sono sintetizzati nei seguenti bullet point:

–    Valori assoluti

–    Percentuali o valori relativi

–    Numeri indice

–    Rapporti fra numeri

E’ sempre opportuno aggregare e sintetizzare la massa di dati grezzi ad esempio attrverso l’utilizzo di database o l’utilizzo delle tabelle pivot di excel. Il passo successivo è quello di creare output di sintesi o dashboard dove vengono raccolti i trend e le analisi comparative ad esempio rispetto a i valori del budget a livellio di ricavi, costi, utilizzo del personale, andamento del fatturato e dei crediti, margini per servizio.

L’impatto visual del dato

Va poi detto che spesso i grafici possono contribuire ad una migliore osservazione ed interpretazione dei dati disponibili. (Impatto visuale del dato). Se ad esempio si sta eseguendo l’analisi comparativa dell’andamento delle vendite di una determinata area geografica di un anno rispetto al precedente, sia che si ha una variazione positiva o negativa occorre andare a comprendere il dato e porsi delle domande; ad esempio: Perchè le vendite del prodotto x sono diminuite nell’area Nord? Quali sono le cause? Nuovi competitor? Scarse e inefficaci azioni di marketing? Crisi economica dell’area? Introduzione di prodotti sostituitivi? Nuovi leggi?

Come vedete l’analisi non si deve fermare ad un semplice + o – di variazione. Nell’analisi può poi essere utili interpellare e discutere con il Manager di riferimento del prodotto e dell’area commerciale.
Non fermatevi al generale ma approfondite e guardate il dato da più visuali.

Riosrse per approfondire

40 modelli excel gratuiti per il tuo business

76 risorse per il tuo business plan

Business Plan in excel per startup e servizi

Come calcolare e monitorare i costi di prodotto in excel

Leggere e analizzare il bilancio di esercizio con excel

Controllo di gestione in excel: esempi e casi aziendali