Le professioni legali stanno subendo un’importante trasformazione digitale. Questa trasformazione sta di fatto rivoluzionando il settore e tutti coloro che lavorano in questo ambito, così come coloro che hanno intenzione di intraprendere una carriera legale, devono essere pronti a questo cambiamento.

La scuola professioni legali si sta adattando alla trasformazione digitale, per garantire ai suoi allievi tutte le competenze necessarie per poter operare con le nuove tecnologie e per poter gestire le problematiche inerenti ad esse.

Questa rivoluzione era in realtà attesa da tutti, ma in pochi avevano previsto che sarebbe stata una trasformazione di tale entità. La trasformazione digitale delle professioni legali ha interessato infatti i più svariati settori, rivoluzionando anche quelli definiti più classici, tra i quali ad esempio il diritto di famiglia.

Uno dei fattori da tenere maggiormente in considerazione è il cloud computing, che ha reso molto più snello l’iter da seguire per progettare e per seguire un servizio legale. Questa tecnologia è stata adottata dalla maggior parte degli studi legali – sicuramente dagli studi legali più noti – ed anche quelli più piccoli si stanno lentamente adattando al cambiamento.

Non sono da sottovalutare poi i grandi progressi che sono stati fatti nel settore dell’intelligenza artificiale e che hanno influito sulla digitalizzazione delle professioni legali. Le macchine sono oggi in grado di apprendere attraverso l’esperienza e di gestire in autonomia alcuni processi, senza il bisogno dell’approvazione umana. Anche questo ha semplificato l’esecuzione di molti lavori, facendo risparmiare tempo e denaro.

Altro ambito importantissimo è quello della tecnologia blockchain, conosciuta per essere alla base delle criptovalute, ma apprezzata per le sue svariate possibili applicazioni. La blockchain viene sfruttata, ad esempio, per la gestione di pratiche contrattuali, in virtù dei vantaggi che l’hanno resa nota e diffusa in tutto il mondo.

La digitalizzazione ha comportato anche un aumento esponenziale del numero di dati da gestire. Ecco perché sono nati filoni di ricerca dedicati alla big data analytics, ovvero alla gestione prima ed all’analisi poi di grandi quantità di dati. Anche il settore legale al giorno d’oggi non può fare a meno di confrontarsi con i big data, dei quali tra l’altro si sente parlare sempre più spesso.

Ciò che si deduce da questa analisi che è stata condotta sulle nuove tecnologie che hanno investito le professioni legali è da un lato il rinnovamento del settore e dall’altro la necessità di essere pronti ad adattarsi a questo cambiamento, per poter continuare ad operare in maniera efficiente. Il settore offre tanti stimoli di crescita e di miglioramento e bisogna essere pronti a rispondere nel modo corretto.

Coloro che hanno intenzione di intraprendere una carriera in ambito legale possono scegliere di frequentare una scuola di specializzazione per le professioni legali. Questo percorso di studi viene offerto sia dagli atenei classici che dagli atenei telematici. L’università online Unicusano vanta un’ottima scuola di specializzazione, gestita da professori competenti ed organizzata per facilitare l’avanzamento dello studente nel percorso di studi.

Investire nella formazione in ambito legale con l’università Niccolò Cusano significa scegliere un ateneo che garantisce tutti gli insegnamenti tradizionali relativi al corso, ma che prepara anche a lavorare con le nuove tecnologie.