Il True wireless si basa su un auricolare primario, a cui viene dato il nome di master, che ha il compito di agire da ponte tra l’auricolare secondario e la fonte audio. Il master gestisce il collegamento tra il dispositivo trasmettitore e gli auricolari; inoltre permette di compensare la latenza, vale a dire i ritardi di segnale che nel corso della trasmissione possono generarsi tra le due cuffie auricolari. Queste, al fine di diminuire la latenza, sono in comunicazione, così da calcolare i tempi necessari per la trasmissione. Dopo che il valore è stato identificato, esso viene considerato dall’auricolare master tra i calcoli che occorrono per assicurare la connessione con l’altro auricolare ed evitare ritardi dal punto di vista della trasmissione del segnale.

La latenza

Nelle cuffie senza filo, l’ambiente in cui vengono impiegati gli auricolari può condizionare in misura significativa la latenza. Per esempio, la trasmissione dei segnali lineare può essere ostacolata in un luogo dove ci sono tante persone o comunque degli impedimenti fisici in grado di provocare delle interruzioni nel corso dell’ascolto. Ciò non toglie che le Cuffie True wireless offrano numerosi vantaggi, anche perché garantiscono un consistente passo in avanti sul piano della libertà di movimento e dal punto di vista della comodità.

Perché scegliere il sistema True wireless

Le persone che si sono abituate agli auricolari wireless di certo non tornerebbero indietro ai cavi. Basti pensare a quanto può essere scomodo un filo, con il suo ingombro, che parte dal telefono e arriva alle orecchie. Si tratta di un impedimento che può dare fastidio e che di certo limita le possibilità di movimento. Con le cuffie senza filo, non ci si deve preoccupare di tutto questo, anche perché si può tenere lo smartphone in borsa o in tasca senza che vi siano problemi di trasmissione o fastidi di altro genere. Anche se si basano su tecnologie più avanzate e più complesse rispetto agli auricolari classici, le cuffie senza fili sono meno esposte al rischio di danni, proprio perché sono prive di cavi.

L’importanza di scegliere auricolari di qualità

Che si opti per degli auricolari antirumore o di altro genere, è sempre fondamentale scegliere con attenzione le cuffie. La loro qualità, infatti, fa la differenza nella fruizione di un brano musicale, ma anche quando si tratta semplicemente di parlare al telefono o di ascoltare un podcast. Le cuffie True wireless sono il risultato di un progresso tecnologico senza sosta, che si è accompagnato al miglioramento del design. Ecco perché gli auricolari di ultima generazione vantano un aspetto futuristico.

Le cuffie wireless

Le cuffie classiche si basano su un cavo che è connesso con la fonte audio in modo da poter ricevere i segnali. La trasmissione dei dati, invece, non richiede una connessione fisica nel caso degli auricolari True wireless. Parlare di cuffie wireless, per altro, può essere fonte di confusione, visto che in questa circostanza si fa riferimento a dispositivi che sono connessi gli uni con gli altri, pur non essendo connessi con un filo alla fonte del segnale. Ed è proprio questa la differenza che distingue il True wireless dal wireless standard.

Che cosa cambia con il True wireless

La tecnologia True wireless ha reso possibile la sparizione del solo cavo necessario per i dispositivi, il che vuol dire che tutti i dati possono essere trasmessi attraverso il wireless. Attualmente, per altro, si menziona il wireless anche parlando della tecnologia Bluetooth, che è diventata lo standard di riferimento per la trasmissione senza fili dei dati. Senza dimenticare che ci sono anche tecnologie differenti, come per esempio gli infrarossi, che non hanno bisogno di cavi per poter funzionare.