Quante volte abbiamo sentito la seguente affermazione: lo studio della matematica è finalizzato a sé stesso, in quanto questa disciplina non ha valore nella vita reale. Un luogo comune profondamente errato, visto che in realtà conoscere la matematica ci è utile tutti i giorni sia a livello pratico che teorico, per motivi legati alla logica e al pensiero stesso. Proprio un Paese come l’Italia paga un gap sempre più elevato a livello di cultura scientifico e matematico, tra le ultime nazioni in Europa per conoscenza di questa importante disciplina. Eppure lo studio e la conoscenza della matematica ci sarebbe molto utile e in diversi campi di applicazione, come andremo a vedere in questo articolo.

A che cosa serve la matematica nella vita di tutti i giorni

La possibilità di valutare i rischi, in campo finanziario, è materia che basa il suo concetto proprio sulla matematica fondamentale. Secondo una ricerca condotta dall’Università dell’Ohio nel 2016, la professoressa Peters ha sperimentato sui propri allievi la differenza di approccio mentale a problemi di diversa natura, dividendo in due gruppi la propria classe, attraverso la compilazione di un questionario volto a valutare le competenze matematiche. Il test consisteva nel condurre un esercizio di affermazione dei valori di diverso tipo: rapporti umani, politica, conoscenze personali, arte, economia, spiritualità. Questo test ha dimostrato come le persone dotate di competenze matematiche e logica fossero capaci di risolvere nel minore tempo possibile ogni tipo di quesito, anche se non strettamente legati ad aspetti scientifico-matematici.

Case study: il ruolo della matematica nel gioco del poker

Prendiamo ad esempio un gioco come il poker, dove le nozioni matematiche legate ad aspetti come il calcolo delle probabilità e quindi la scienza statistica giocano un ruolo spesso determinante. Ci sono specialmente nella variante spettacolare del poker texano alcuni principi legati alle quote di ogni singola mano che per essere calcolati bene necessitano di una certa capacità analitica, di calcolo e logica fondamentale. Non si tratta di noiosa teoria o di assiomi complessi, ma di stabilire durante le fasi salienti della partita, quante possibilità abbiamo di avere un punto specifico e di puntare su esso per arrivare allo showdown, cioè alla fase finale della mano di poker, nella variante del Texas Holdem.

Proprio attraverso questo principio è possibile affermare come la matematica possa essere facilmente applicata al gioco e nello specifico al poker online a cui sempre più persone partecipano sui siti dedicati a questa disciplina. Il calcolo delle probabilità ci indica con quale frequenza possano uscire in una partita di poker alcune carte a discapito di altre. Naturalmente si tratta solo di uno dei tanti approcci possibili al gioco, così come la matematica fuori da un contesto accademico può essere utilizzata per diversi aspetti o per discipline che apparentemente sembrano essere distanti tra loro. Pensiamo al campo artistico, dove ad esempio con la pittura, il cinema o la musica troviamo spesso aspetti che derivano appunto dallo studio della matematica.

Odifreddi e la matematica del suono

Durante questi anni Piergiorgio Odifreddi ha condotto un interessante studio che mette in relazione proprio la matematica con la musica, partendo dagli antichi greci e più precisamente da Pitagora che nella città di Crotone condusse i suoi esperimenti volti a creare un legame stretto e duraturo tra natura e matematica. Gli studi di Pitagora sul suono e sullo spazio costituiscono il primo fondamentale passaggio che è alla base della propagazione del suono, materia che è diventata oggetto di studio per molti tecnici e ingegneri del suono, nel momento in cui viene registrato e prodotto un disco in uno studio professionale. Del resto il legame tra la fisica applicata e la matematica è stresso e interconnesso, proprio come lo è la matematica che può essere applicata a ogni disciplina e situazione della vita di tutti i giorni.