Ridurre i consumi energetici è da sempre l’obiettivo di tante famiglie italiane, ma si tratta di una missione che richiede un po’ di attenzione e un cambiamento di alcune piccole routine.

Oggi, però, ci sono anche le nuove tecnologie che possono aiutarci, come ad esempio l’IoT (Internet of Things) e la Smart Home. Vediamo dunque di approfondire questi campi e capire come risparmiare sui consumi in casa.

Risparmio energetico, smart home e IoT

Per prima cosa, occorre chiarire cos’è l’IoT e come funziona la smart home. La casa di oggi può diventare intelligente, grazie all’installazione di alcuni dispositivi capaci di connettersi alla rete internet. Tramite la connessione, questi device possono comunicare fra loro ed essere comandati e gestiti da remoto, ad esempio attraverso le app per smartphone. Basti pensare ai sensori di movimento che fanno accendere le luci soltanto quando rilevano la presenza umana, o alle tapparelle che si aprono e si chiudono da sole in base alle temperature e agli orari della giornata. Di esempi ce ne sono tantissimi, inclusi gli elettrodomestici smart, programmabili o gestibili da remoto da cellulare, per sfruttare al meglio le fasce orarie più convenienti.

I benefici risultano importanti sia a livello economico, sia a livello ambientale: da un lato le famiglie possono risparmiare cifre ingenti in bolletta, e dall’altro si evita di gravare ancor di più sul pianeta, abbattendo in modo drastico gli sprechi energetici. È chiaro che l’acquisto di questi device rappresenta un investimento, destinato però a ripagarsi nel giro di poco tempo: secondo le stime, in soli 3 anni si possono raggiungere delle riduzioni di costo intorno al -30%.

Non solo hi-tech: quanto contano le abitudini?

Naturalmente la tecnologia deve andare di pari passo con le buone abitudini di chi vive la casa, da sempre necessarie per poter ridurre sia le spese, sia l’impatto sull’ambiente.

L’acquisto degli elettrodomestici entra, dunque, in questa lista, dato che è importante optare soltanto per dispositivi con classe energetica da A+ ad A+++. In secondo luogo, si consiglia di sfruttare le opzioni di risparmio energetico presenti nei vari dispositivi hi-tech che usiamo ogni giorno, come il PC o la televisione. Arieggiare la casa è sempre necessario, a patto di fare attenzione alle temperature interne e all’eventuale presenza del climatizzatore o del riscaldamento. Va inoltre aggiunto che oggi il mercato libero permette di scegliere un’offerta di energia elettrica, come quelle proposte da Acea ad esempio, che permette di risparmiare sulle tariffe e, dunque, sul totale della bolletta.

Altri suggerimenti utili? Meglio coibentare la casa installando un cappotto energetico e le finestre termo-isolanti. Bisogna poi manutenere l’impianto del riscaldamento e il condizionatore, imparando a regolare le temperature interne senza eccessi, in un senso o nell’altro. Infine, sì all’installazione delle lampadine a LED.