Intervista a Bianca Imbembo, founder del brand Kilesa, eccellenza del Made in Italy nel settore fashion delle borse.

Focus Intervista

Kilesa è un progetto imprenditoriale che sta tovando grande notorietà nel mondo fashion del borse; Kilesa si colloca a tutti gli effetti tra le eccellenze innovative del Made In Italy. Bianca Imbembo si presenta come una professionista dinamica, determinata, grintosa e open minded. Nel corso dell’intervista dopo un’introduttiva personal storytelling, si considerano le origini del nome Kilesa, il processo di internazionalizzazione, il design e la qualità dei modelli di borsa realizzati da Bianca Imbembo. La sfida è anticipare costantemente le tendenze di mercato, ricercando elementi distintivi e unici. Completano l’intervista, un’analisi sull’approccio digitale in campo di digital marketing e l’identikit del cliente tipo, che sceglie la borsa brandizzata Kilesa .

 

1) Ripercorriamo il percorso professionale di Bianca Imbembo

Ho cominciato il mio percorso professionale in tutt’altro settore più di 20 anni fa contribuendo alla nascita della filiale A.I.A ( Gruppo Veronesi ) in Campania. Ho sempre svolto ruoli di responsabilità sia in ambito commerciale che amministrativo al punto tale da ricevere la formazione professionale, che mi consente di affrontare le problematiche del mio lavoro oggi. Dopo il mio secondo figlio ho contribuito alla attività di famiglia lasciando l’A.I.A .

Ho uno spirito intraprendente e open minded, sono sempre assetata di conoscenza in genere; ciò mi ha portato a svolgere diversissime attività e a seguire percorsi di apprendimento continuo. Proprio la passione per la moda mi ha spinto a creare un progetto al femminile rimettendomi in discussione a 40 anni. Le borse Kilesa si identificano con la donna attenta al prodotto di qualità, di design ricercato e MADE in ITALY.

 

2) Kilesa: perché questo nome dai tratti orientali?

 Il termine Kilesa indica i sentimenti contrastanti quali l’ansia, la paura, la determinazione e l’ambizione, che offuscano la mente e impediscono di guardare direttamente al punto e vanno calmierati con la Samatra della meditazione. Per cui la donna Kilesa e’ una donna ambiziosa, determinata, intraprendente che indossa gli accessori  in una maniera versatile dalla mattina alla sera ,sempre adatti a tutte le circostanze.

 

 3) Borse dal design ricercato ed elegante, realizzate con materiale di qualità fanno di Kilesa una vera eccellenza del Made in Italy! Ma poi è il mercato estero che apprezza maggiormente queste peculiarità. perché?

All’ estero sono molto più attenti al prodotto MADE IN ITALY di qualità. Da noi si è  ancora legati a logiche e abitudini di prodotto di griffe, pur  non essendo sinonimo di qualità e MADE in ITALY , ma  piuttosto come affermazione di uno status symbol.

Da un altro canto esiste una politica commerciale in Italia che spinge lo stesso commerciante al dettaglio ad acquistare un prodotto di basso costo e non di eccellenza, ma che magari gli consenta di lucrare di più, in conseguenza della crisi economica del nostro Paese.

Diciamo che il nostro MADE IN ITALY e’ ancora un elemento che ci contraddistingue nel mondo ed io sono ben lieta di difenderlo…Poi tante volte molte aziende hanno prima consolidato i loro mercati esteri e dopo hanno avuto forti richieste nel nostro Paese e chissà …vedremo. Per ora posso affermare di aver portato il nostro MADE in Italy in Russia e Cina.. oltre  agli altri Paesi.

 

4) Come si creano modelli di borse che anticipano la moda?

Sfruttando al massimo la creatività, ricercandola anche in sinergia con artisti  creativi…infatti ho in cantiere un progetto innovativo a carattere scientifico che vorrò presentare all’EXPO di Milano.

 

5) Kilesa ed eco sostenibilità: quale legame?

Da persona sensibile al rispetto dell’ ambiente, ho voluto rappresentare un progetto dal gusto moderno con materiali ecosostenibili, soprattutto perché proveniente da un area geografica venuta alla ribalta dopo il rapporto delle ecomafie di Legambiente .

Nasce il bauletto ottenuto dal feltro riciclato dal PET, – ovvero 6 bottigline di plastica danno vita al bauletto PET -molto apprezzato dal pubblico femminile, come pure la collezione invernale in tessuto feltro tinto con colori naturali provenienti da una nota azienda Toscana. Kilesa ha ricevuto la certificazione di qualità ISO 9001 e 14001.


 

 6) Quali sono gli elementi distintivi che rendono unico nel suo genere il Brand Kilesa?

Le collezioni Kilesa sono di vario genere; dal tessuto al canvas, dalla pelle al laccetto cerato arricchito di Swarovski elementi originali fatte a mano dagli artigiani napoletani, quindi l’ artigianalità  per un pubblico eterogeneo che  ama indossare la borsa indistintamente dalla mattina alla sera in tutte le circostanze e sa strizzare l’ occhio con ironia alla moda

 
 

7) Kilesa e l’era digitale: quanto seguite l’innovazione tecnologica? Ecommerce, consumer experience e content marketing rappresentano strumenti irrinunciabili per competere?

Oggi siamo nell’ era della comunicazione 3.0 per cui e’ fondamentale avvalersi di strumenti comunicativi che si muovono attraverso il web.

Tanto e’ vero che un anno fa  ho partecipato al premio indetto dalla  sezione innovativa Confindustria Salerno “Best Practices per le innovazioni” proprio perché mi sono avvalsa per la comunicazione , delle Fashion Blogger che postano sui loro blog i miei prodotti. Ottenendo così dei feedback talvolta molto utili anche a migliorare il prodotto stesso.

Ovviamente attiva su tutti i canali social  e credo nell’ e- commerce anche se nel nostro Paese non è ancora molto sfruttato…

 

8) Qual è’ l’identikit del cliente tipo che sceglie il brand Kilesa?

Rimettendoci al significato del termine KILESA., la donna Kilesa e’ la donna dinamica, versatile , che sa giocare con i diversi stili adattandoli con disinvoltura a tutte le circostanze, ma che soprattutto apprezza l’ eleganza e la ricercatezza  che il nostro prodotto MADE in Italy ancora  oggi trasmette.