Il rapporto tra gli italiani e la rete

Qual è il rapporto tra gli italiani e la rete? Secondo i dati diffusi da Akamai (la famosa azienda americana che fornisce una fondamentale piattaforma CDN-Content Delivery Network per la distribuzione di contenuti via Internet) l’Italia seppure sia in forte ritardo per gli accessi in banda larga è nettamente al primo posto nei Paesi Top 10 in Europa per incremento di indirizzi IPv4 (Intenet Protocol Version 4quello più comune e diffuso) il che rappresenta un indice molto significativo della diffusione di Internet.
Italia al nono posto della classifica mondiale assoluta per accessi alla rete.
L’Italia ha registrato negli ultimi anni, un incremento di accessi alla rete di +20% attestandosi al nono posto della classifica mondiale assoluta, la Gran Bretagna +11%, la Francia +5,7%, la Germania 5%. La notizia di per sé è ottima, ma in Italia purtroppo resta il problema della banda larga che è molto serio e rappresenta il vero nodo da sciogliere a livello istituzionale e politico per capire quale futuro avrà Internet nel nostro paese.

Nonostante ciò, sono da constatare anche delle note dolenti molto negative, dalla Relazione annuale AGCOM tutti i media hanno commentato con gravità la frase “un italiano su tre non usa Internet” e “La vera emergenza è che il 37,2% dei cittadini non ha mai avuto accesso ad Internet (i quarti peggiori in Europa)”.

Ciò è senz’altro vero ma è solo un aspetto del rapporto italiani/rete che è ben più articolato. L’accesso alla rete attraverso le diverse modalità di banda è, infatti, in Italia in forte ascesa e ciò pur partendo da una situazione in cui la dotazione complessiva di terminali è molto inferiore rispetto ai nostri principali competitor europei.

web_italiani_rete

Le città italiane più connesse alla rete

E Roma la capitale che rapporto ha con la rete? Si è fatta distanziare dalle grandi città del Nord Italia ma non solo, anche da città molto più piccole come Bologna che risulta essere al primo posto o come Mantova e Torino.

Nella capitale nonostante siano molte le Web agency che si prodigano alla realizzazione di siti Web a Roma, il rapporto con il Web va visto in un contesto più ampio e articolato, analizzando anche i dati di flusso e non solo quelli di stock. Pur essendo senz’altro vero che un italiano su tre non usa Internet, si può affermare che, in realtà, soprattutto i più giovani, stanno diventando tra i più assidui fruitori e frequentatori della rete.