In sostanza nei costi generali di produzione si considerano tutti i costi che non rientrano nella categorie precedentemente affrontate dei materiali diretti e della manodopera. I costi generali di produzione possono presentare una componente fissa ed una variabile e conseguentemente nello schema riportato nell’allegato sono state considerate entrambe le situazioni. Si è partiti dalle ore di manodopera dirette necessarie calcolate nella scorsa puntata. I costi generali variabili di produzione sono calcolati moltiplicando il costo variabile unitario (fissato a 3,50 euro) per il monte ore necessario per soddisfare la produzione. I costi fissi di produzione riguardano tutte quelle attività che sono generate durante la fase di rpoduzione (ricerca e sviluppo, inserimento ordini,etc). Il coefficiente di allocazione di questi costi viene calcolato dividendo i costi generali di produzione (fissi e variabili) per le ore di manodopera necessarie.