Grafico del Break even point con excel. Un articolo che spiega passo passo come realizzare con estrema semplicità un grafico del punto di pareggio con excel. Ecco come fare.

Grafico del break even point con excel. Qui di seguito trovate un semplice modello excel per la redazione del grafico del punto di pareggio. Nella sezione dati vanno inseriti i dati dei costi fissi, del costo variabile unitario e del prezzo di vendita.

 

Ricorda: Il punto di pareggio (break even point o break even, abbreviato in BEP) è un valore che indica la quantità, espressa in volumi di produzione o fatturato, di prodotto venduto necessaria a coprire i costi precedentemente sostenuti, al fine di chiudere il periodo di riferimento senza profitti né perdite.

 

Pertanto il grafico del punto di pareggio presenterà: i volumi sull’asse delle ascisse e i costi o ricavi su quella delle ordinate.

 

Grafico del brak even point con excel: un esempio pratico

I  costi fissi per certi volumi non cambiano e supponiamo siano ad esempio pari a 3.500.000 euro costanti.

Che significato può avere un simile presupposto? Quando parliamo di costi fissi di 50k significa che sia se io produco 10 o 20 o zero quei costi fissi ci saranno sempre.

La formula del break even point è la seguente:

Q x Px = ( Q x Cv) + CF

dove:

Q: quantità prodotta di pareggio

Px: prezzo unitario del prodotto

Cv: costo variabile unitario

CF: costi fissi

Qui di seguito potete scaricare  l’esempio che vi permette di costruire il grafico del BEP in excel.

Il file di excel è costituito da un foglio dati input dove dovrete inserire le seguenti informazioni:

  • Totale costi fissi
  • costo variabile unitario
  • prezzo di vendita
  • i volumi prodottti.

 

Nel foglio grafico abbiamo invece costruito una tabella con i segenti campi:

Numero Progressivo
Volumi
Ricavi Totali (volume per prezzo di vendita)
Costi fissi  (importo definito per certi volumi di produzione con quota costante di 3.500.000 euro)
Costi variabili (volume per costo variabile unitario)
Totale Costi: Costi fissi + costi variabili
Margine di Contribuzione (Ricavi totali – costi toatali)
% Margine: Margine/Ricavi
Costo medio (costo totale / volume)

 

Il grafico verrà poi realizzando prendendo le colonne dei ricavi totali, costi fissi, costi variabili totali e  costi totali.

 

Per scaricare il file  Grafico del break even point con excel excel fai clic qui

 

Risorse per apprfondire

Risorse e modelli excel da scaricare subito

 

La Lean Accounting: tra Finance e Operations

Approfondisci

Le metodologie di calcolo dei costi

Apprfondisci le diverse metotologie di calcolo dei casori