Oggi parliamo di della famiglia di smartphone Nexsus di Google.
In particolare del Google Nexsus 5X uno dei telefoni di punta venduto direttamente da Google e prodotto per l’azienda di Mountain View ancora una volta da LG.
Equipaggiato di base di un sistema operativo Mashmellow “pulito” dalle varie applicazioni che i diversi vendor montano sul loro smartphone, il Nexsus 5X risulta un telefono moderno e versatile.

Come al solito valutiamo il prodotto da un punto di vista più orientato all’uso professionale e nell’ambito lavorativo.

Dobbiamo dire che non è un telefono elegantissimo ed appariscente, ma il Google Nexus 5X si è rivelato comunque un telefono davvero importante per l’uso business.
Offre grandi prestazioni, funzionalità di sicurezza di alto livello e una durata della batteria eccellente per un prezzo che oggi diventa finalmente competitivo.
Il 5X è uno dei pochi smartphone che attualmente permette di sfruttare le ultime caratteristiche introdotte con l’ultima release di Android, caratteristiche che consentono in primo luogo anche di incrementare la nostra produttività.

Unboxing e prime impressioni

La confezione si presenta molto bella e con un bel packaging.
Il contenuto della scatola è molto essenziale: troviamo oltre allo smartphone, il suo caricatore, delle veloci istruzioni e l’accessorio per aprire il cassettino di alloggiamento della SIM.

img_6818 img_6819

Togliendolo dalla scatola sembra subito piuttosto bello, con angoli arrotondati, display grande, sottile e sufficientemente elegante.
Mentre i telefoni di punta dei maggiori produttori come Apple, Samsung, Huawei, ecc… offrono modelli top di gamma costruiti in vetro e metallo, il Nexus 5X ha una scocca costituita interamente di plastica.
Dal punto di vista estetico può non essere il massimo, ma non rappresenta necessariamente una cosa negativa.
Se guardiamo il lato pratico è molto più facile far cadere un Galaxy S6, che presenta una parte posteriore totalmente in vetro, rispetto a questo Nexsus 5X.
Cosa non di poco conto per chi lavora e si trova a dover armeggiare numerosissime volte nell’arco della giornata con il proprio smartphone, magari anche in situazioni un po’ complicate.

 

Schermo

Il Nexus 5X sfoggia un display da 5,2 pollici, che colpisce per il buon compromesso tra i telefoni un po’ più piccoli da 4,7 pollici (come gli iPhone 6S e iphone7) e quelli più grandi da 5,7 pollici (come il Galaxy Note 5).
Rispetto ai telefoni più piccoli, il 5X offre una buona quantità di spazio per lavorare e per svolgere i compiti lavorativi che richiedono un elevato uso dello schermo, come la visualizzazione dei documenti di grandi dimensioni e la modifica degli stessi.
Di contro non è un tablet e quindi non si ottengono i vantaggi dello split-screen, che consente di visualizzare due applicazioni contemporaneamente all’interno dello schermo stesso.
Dimensioni a parte, qualitativamente il display del 5X è relativamente modesto per gli standard moderni.
Con una risoluzione di 1.920 x 1.080 pixel, risulta comunque abbastanza definito per uno schermo di queste dimensioni e per leggere documenti testuali in modo nitido.
Il display è molto luminoso, cosa che facilita la visualizzazione all’aperto ed alla luce solare diretta.

img_6827 img_6829

 

Sistema operativo Android Mashmellow 6.0

Uno dei punti di forza, se non il punto di forza principale. Ciò che distingue un telefono Nexus dagli altri smartphone.
Essendo rilasciato da Google, riceve immediatamente tutti gli aggiornamenti del sistema operativo, appena rilasciati.
Caratteristica che praticamente nessun altro smartphone equipaggiato di Android ha. Questa caratteristica rende molto simile il sistema di aggiornamento a quello utilizzato da Apple per gli iPhone.
Questo significa che il 5X viene fornito con l’ultima versione di Android (al momento la 6.0 Mashmellow), cosa che altri smartphone non otterranno per mesi se non addirittura mai.
A prima vista Marshmallow non ha un aspetto molto diverso dalla versione precedente, ma in realtà è pieno zeppo di piccole caratteristiche per incrementare la produttività che non troverete nelle versioni precedenti.
Ne segnaliamo 3:

1) Google Now on Tap
E’ un’evoluzione dell’assistente virtuale Google Now.
Now on Tap, permette di trovare informazioni in base al contesto in cui ci trova sullo Smartphone, che sia una App, un sito, una canzone, ecc…
Con un semplice tocco prolungato sul tasto Home si otterranno informazioni correlate a quella specifica attività e situazione.

2) Doze
Doze è una funzionalità di risparmio energetico evoluta.
Mette in deep sleep lo smartphone congelando le applicazioni in uso e permettendoci di escluderne alcune a nostra discrezione.
Doze è impostato per attivarsi automaticamente non appena il dispositivo viene scollegato dall’alimentazione esterna, in condizioni di non utilizzo e a schermo spento.
In queste condizioni Android ferma gli aggiornamenti in background inutili che contribuiscono durante il giorno allo scaricamento della batteria.
Si possono comunque ricevere i messaggi di testo, sms, chiamate e gli avvisi da qualsiasi applicazione consentita nelle impostazioni.

3) Drawer
Il menù contenente tutte App installate sul dispositivo, accessibile in basso nella homepage tramite il tasto centrale.
Appare sempre in bianco, ma invece di essere navigabile orizzontalmente, può essere consultato in modo verticale, senza l’utilizzo della paginazione.
In alto è presente una barra di ricerca tramite la quale potremo rapidamente digitare il nome della app che ci serve.
Ci verranno mostrati i risultati all’interno del Drawer stesso e quattro icone corrispondenti alle App aperte più frequentemente.
Queste andranno ad aggiornarsi in automatico, proponendoci quelle che usiamo di più.

img_6847

 

Sicurezza

Il Nexus 5X è dotato un lettore di impronte digitali sul retro della scocca, ed è un ottimo lettore.
E’ più affidabile rispetto degli scanner dei telefoni concorrenti. Abbiamo sbloccato il telefono innumerevoli volte senza che mai non abbia riconosciuto l’impronta del dito.
Una volta che l’impronta viene sottoposta a scansione, il telefono è sbloccato e pronto per essere utilizzato.
Il posizionamento posteriore può sembrare strano ma in poco tempo ci si prende subito l’abitudine e viene naturale posizionare il dito indice sul lettore immediatamente dopo aver preso in mano il telefono.
Di contro risulta però scomodo nel caso che lo si voglia sbloccare senza muoverlo da dove lo si è appoggiato, ma in quella situazione semplicemente può venir utile il classico sblocco via PIN.
Android Marshmallow aggiunge anche una nuova interessante funzionalità di protezione che consente un migliore controllo sulle applicazioni che andiamo ad installare.
In particolare il software consente ogni volta di decidere a quali singole funzionalità possono accedere le varie App, come per esempio l’accesso ai tuoi contatti, alla fotocamera od al microfono.
Le vecchie versioni di Android invece concedono queste autorizzazioni tutte in una sola volta, aprendo potenzialmente a buchi di sicurezza.

img_6822

 

Batteria

Di ottima durata, il Nexus 5X, con un uso medio, durerà senza problemi fino alla fine della giornata lavorativa.
E grazie alla funzione Doze descritta in precedenza può durare ancora più a lungo.
Anche la ricarica è molto veloce con circa 5 minuti si possono ottenere già 1/2 ore di autonomia.
La piena ricarica avviene in meno di un’ora.
Questa è una caratteristica fondamentale per chi lavora, fa business ed è sempre in movimento e potrebbe necessitare di ricariche veloci ma efficaci in luoghi più disparati.
Altre caratteristiche

Un altra caratteristica, non strettamente lavorativa, che salta all’occhio è l’ottima qualità delle foto. La fotocamera nel complesso è ottima e scatta foto molto nitide anche in condizione di poca luce.
Conclusioni

Il Nexus 5X non è avanzato e rifinito come gli smartphone più costosi, ma fa quasi tutto ciò di cui si necessita in ambito lavorativo ed a meno della metà del costo di un telefono top di gamma, con i quali peraltro Nexsus 5X si confrontava almeno inizialmente al momento della sua uscita.
Ora che il prezzo è notevolmente sceso costituisce un’ottima occasione d’acquisto.
Buone prestazioni, sicurezza migliorata e caratteristiche del software veramente utili che non troverete su molti altri smartphone.
Per chi ha a disposizione un budget di spesa di fascia media e non vuole scendere a compromessi sulle prestazioni o le caratteristiche questo è un prodotto da consigliare.

Lo puoi trovare in offerta su Amazon a 280 euro

Se vuoi un dispositivo sempre di casa Google ma con schermo più grande prova a considerare la versione Nexsus 6P

Lo puoi trovare in offerta su Amazon a 449,99 euro.