La pianificazione in azienda di un nuovo progetto d’investimento da portare avanti nel tempo, richiede una serie di step, che devono concorrere a determinare la bontà dell’iniziativa.

E’ fondamentale predisporre documentazione di supporto finalizzata a spiegare il progetto sotto diverse spigolature:

– parte introduttiva per descrivere il progetto e il contesto di riferimento che lo rende necessario

– swot analysis di minacce, opportunità, punti di forza e debolezza;

– stesura di un business plan con evidenza di ricavi generabili e costi da sostenere

– analisi dei flussi di cassa per evidenziare eventuali squilibri finanziari da coprire specialmente nelle fasi iniziali del progetto

– analisi degli investimenti

– timing

– organigramma delle risorse da coinvolgere

– presentazione del diagramma di gantt per collocare temporalmente l’inizio e la fine dei vari step

– definizione di una serie di metriche da monitorare nel tempo

– predisposizione di dashboard di sintesi per presentare al management l’evoluzione del progetto di sintesi.

 

E’ importante evidenziare che al fine di determinare la bontà di un progetto, non basta dimostrare che dopo “n anni” l’azienda sarà avrò un ritorno in termini di profitti.

Occorre convincere il Management o il finanziatore del Business Plan di progetto che il progetto presenta un basso livello di rischio o, per contro, garantisce un alto ritorno sull’investimento (ROI).
I metodi di valutazione si distinguono in Finanziari ed Economici. In questa accezione, la differenza tra i due consiste unicamente nel diverso trattamento del tempo.
Gli indicatori economici non tengono conto del valore del tempo, mentre gli indicatori finanziari sì. Tra gli indicatori non-finanziari troviamo:
• Break Even Point (BEP) Analysis
• Return on Investment (ROI, trattato nelle lezioni sul Bilancio per non addetti)
• Payback period

Tra gli indicatori finanziari, invece, troviamo:
• Valore Attuale Netto – VAN (Net Present Value – NPV)
• Tasso Interno di Rendimento – TIR (Internal Rate of Return – IRR)
• Adjusted Payback Period

Nelle prossime lezioni considereremo gli aspetti pratici utili alla redazione di un Business Plan, rimandando a manuali più tecnici gli aspetti più squisitamente teorici.