Gli agenti in attività finanziaria fanno parte della cerchia di professionisti che sono obbligati a sottoscrivere una polizza di responsabilità civile professionale da quando è entrato in vigore il Dl 141/2010, sempre a condizione che essi siano iscritti all’albo tenuto dall’Organismo Agenti e Mediatori. La Polizza Professionale per gli Agenti in Attività Finanziaria è obbligatoria per coloro che esercitano in qualità di singoli professionisti. Per le associazioni professionali, per le società di professionisti e per gli studi associati, inoltre, la copertura riguarda sia l’attività che viene esercitata per conto della società o dello studio professionale che la responsabilità civile personale del singolo agente.

La copertura

Questo tipo di polizza di responsabilità civile professionale è un’assicurazione del tipo all risks, nel senso che offre una copertura valida per tutte le attività che sono permesse dai regolamenti e dalle leggi da cui l’esercizio della professione è disciplinato, eccezion fatta per le limitazioni e per le esclusioni che sono esplicitamente riportate sulla polizza. Il premio base comprende una retroattività senza limiti in assenza di sinistri o circostanze note relative agli ultimi 5 anni.

Le estensioni

Gli agenti in attività finanziaria in genere hanno la possibilità di scegliere l’estensione relativa al Codice Privacy, quella riguardante il maggior periodo per la notifica delle richieste di risarcimento o quella che concerne il DL 81/2008, vale a dire il Testo Unico sulla Sicurezza sui Luoghi di Lavoro. Non possono essere coperte le richieste che riguardano la mancata osservanza degli obblighi che il soggetto assicurato aveva assunto in modo volontario per contratto né quelle a favore di soggetti assicurati che non dispongono dell’autorizzazione a svolgere l’attività prevista che deve essere concessa dalle autorità competenti. Non possono essere accolte neppure le richieste di risarcimento che vengono inoltrate in relazione a un atto illecito che è stato compiuto prima del periodo di retroattività dell’assicurazione o a un atto illecito del quale il soggetto assicurato era consapevole.

I massimali

Secondo l’Oam, i massimali delle polizze di responsabilità civile professionale per gli agenti in attività finanziaria devono essere crescenti e proporzionali all’incremento del fatturato. In particolare, il massimale è di 500mila euro per sinistro e di 1 milione di euro all’anno per i fatturati fino a 100mila euro; è di 750mila euro per sinistro e di 1 milione 250mila euro all’anno per i fatturati che vanno da un minimo di 100mila a un massimo di 500mila euro; è di 1 milione 250mila euro per sinistro e di 1 milione 750mila euro all’anno per i fatturati che superano i 500mila euro.

A cosa serve la polizza

Lo scopo di questa polizza assicurativa è quello di fornire una copertura per tutti i danni che si possono causare ai propri clienti nel corso della propria attività e, più nello specifico, nello svolgimento delle funzioni per cui è possibile emettere fattura, a norma di legge, se si è agenti in attività finanziaria iscritti all’albo. La responsabilità civile professionale di solito include la responsabilità civile che deriva dalla conduzione di uno studio professionale e la tutela da tutte le richieste di risarcimento danni che possono essere avanzate dai clienti e, più in generale, da terzi.

Errori e omissioni

La tutela può riguardare anche errori e omissioni che possono essere stati compiuti nell’attività di rappresentanza di una parte per ciò che riguarda gli atti di esecuzione del contratto, nell’attività di perizie accessorie, stima e istruzioni pratiche, nell’attività di istruzione di pratiche per i mutui e i finanziamenti e nell’esercizio di incarichi di natura giudiziale, sempre che gli errori e le commissioni siano avvenuti entro i limiti dell’esercizio della professione.