Chi sono il franchisor e il franchisee?

Il franchisor è l’imprenditore proprietario del Brand che ha deciso di creare un sistema di distribuzione proprio (il franchising) e che, cedendo ad altri il suo know-how, si assume il compito di controllare e coordinare il funzionamento dei punti vendita del sistema, operanti sul mercato sotto lo stesso Brand.

Invece, il franchisee è l’imprenditore che, per mezzo di un contratto, aderisce al sistema di franchising impegnandosi a gestire il proprio punto vendita secondo precise clausole.

Chiamati, anche, rispettivamente affiliante ed affiliato, i ruoli del franchisor e del franchisee sono ben delineati all’interno di una rete franchising.

Franchisor e franchisee: differenze

Franchisor e franchisee sono entrambi imprenditori, ma solo il primo è partito da zero con la propria attività.

Il franchisee, infatti, acquista dal franchisor non solo il Brand, ma anche una serie di servizi che gli permetteranno di ottenere successo con il suo punto vendita, come ad esempio la formazione, il marketing e così via.

 

La remunerazione di questi servizi avviene attraverso la fee d’ingresso, ovvero il pagamento iniziale da parte dell’affiliato per poter entrare a far parte della rete franchsiing.

La fee d’ingresso, chiamata anche diritto d’entrata, riguarda tutta quella serie di servizi che permetteranno a franchisee di aprire il punto vendita e sono:

  • esclusiva di zona, cioè la parte di un territorio destinata esclusivamente per l’apertura di un solo punto in franchising del format scelto dal franchisee.
  • opportunità di mettere in vendita i prodotti e i servizi del franchisor;
  • trasmissione di un know how, ovvero l’insieme di competenze per poter svolgere l’operatività all’interno del punto vendita
  • assistenza nelle fasi di apertura e post-apertura dell’attività anche tramite campagne pubblicitarie ad hoc ad ogni livello: locale, regionale o nazionale;
  • corsi di formazione e aggiornamento sul mercato attuale e su come migliorare e incrementare le vendite;
  • arredamento del negozio e rifornimento di tutte le attrezzature necessarie;
  • accordi di fornitura

La fee d’ingresso però non è l’unico pagamento che fa il franchisee, esistono anche le royalty.

La royalty è un compenso proporzionale all’attività svolta dal franchisee e versato al franchisor per la remunerazione di diritti derivanti dalla proprietà intellettuale.

Quindi la differenza sostanziale fra il franchisor e il franchisee è che il primo ha creato, partendo da zero, un modello di business vincente, rischiando imprenditorialmente e sviluppando sempre di più il progetto in modo autonomo.

Mentre il franchisee ha acquistato questo modello di business per poterne usufruire anche lui in quanto porta redditività.