Migliorare la comunicazione della propria azienda è oggi possibile grazie a degli strumenti di marketing adeguati al mercato dei giorni nostri, sempre più digitalizzato e consapevole di quello del passato. L’email marketing rappresenta uno di quegli strumenti che dà la possibilità di migliorare la comunicazione e riuscire a catturare l’attenzione degli utenti nel corso del tempo.

La concorrenza è numerosa e riuscire a interagire con i propri contatti, significa riuscire a mantenere una clientela sempre più vasta. Ci sono però delle regole che una buona campagna di comunicazione via email devi assolutamente seguire per essere efficace e raggiungere gli obiettivi prefissati.

Affidandosi a piattaforme per la proprio lead generation come  ad esempio MailTogo si ha la possibilità di ampliare facilmente e velocemente il proprio database di contatti per l’email marketing.

In ogni caso, tuttavia, è sempre opportuno verificare quali sono i messaggi giusti da diffondere per il proprio target. Insomma, una campagna Dem va fatta in modo corretto oppure potrebbe produrre l’effetto contrario! Vediamo meglio come.

Le regole per creare una una buona campagna di email marketing

Per riuscire a realizzare una buona campagna di email marketing, è innanzitutto importante cercare di non tempestare di mail il destinatario. Il contatto potrebbe essere spinto a dire “no” davanti alla presenza di numerose email.

L’invio delle email deve essere calibrato a seconda di quelle che sono le esigenze: al massimo parliamo di un messaggio a settimana, o esagerando, due a settimana.
Diversamente, i contatti finiranno per cancellarsi dalla mailing list. Inoltre, bisogna anche fare in modo che il messaggio sia il più personalizzato possibile perché i destinatari non sono tutti uguali e quindi l’obiettivo è quello di creare un rapporto cercando di sfruttare quanto sapete delle loro caratteristiche personali.

Uno dei trucchi che funziona maggiormente quello di fare in modo che l’email abbia il nome del cliente e che vi sia una suddivisione del database che tiene molto conto di quelli che sono gli interessi dell’utente. Proprio per questo motivo, è anche importante cercare di non automatizzare troppo le attività.
Se è vero che l’automatizzazione risolve molto, grazie alla diffusione più semplice del messaggio, è anche vero però che talvolta è sempre meglio riuscire a rispondere alle esigenze di personalizzazione di cui ha bisogno una campagna di comunicazione di questo genere.

Campagne Dem: l’analisi dei risultati è importante?

Fare un’analisi dei risultati cercando di capire quali sono i punti di forza e quelli di debolezza di una campagna di email marketing è fondamentale per strutturarne, in futuro, delle altre.
Questo tipo particolare di comunicazione esterna, richiede tanto impegno ma, talvolta vi è il problema di non capire dove sono stati fatti degli errori e si portano avanti con insistenza.

Il consiglio per questo è sempre di andare strutturare per bene il prodotto capendo cosa non ha funzionato in una campagna già svolta.
I risultati devono anche tener conto di quelle che sono le caratteristiche specifiche del target di riferimento. Infatti, può essere utile fare una sorta di sondaggio per andare a conoscere bene il proprio pubblico e cercare di strutturare una campagna che tenga conto delle caratteristiche e degli obiettivi che si intendono raggiungere. Solo in questo modo si riuscirà a comunicare in maniera diretta, capendo realmente quali sono le esigenze del pubblico e cercando di rispondere ai propri bisogni!