Nell’era della digital transformation, l’attività dell’email marketing si evolve a un livello più complesso caratterizzato su target specifici, sperimentazioni misurabili e contenuti rilevanti. Si innescano nuovi canali relazionali, che spingono i brand verso quelle  frontiere opportunistiche e di fidelizzazione attrattiva fondate sul concetto di inbound  marketing.  Ne deriva un forte orientamento all’attività di monitoring innovativo e dinamico del processo di user experience, sempre più punto cardine delle strategie di markeitng digitale. L’utente si è evoluto ed è attento a ciò che realmente gli interessa.

L’email marketing rappresenta pertanto un momento di confronto con l’audience di riferimento. Occorre catturare l’attenzione e attrarre gli utenti in modo da favorire il raggiungimento di obiettivi prefissati e misurabili in termini di ROI.

 

Email Marketing efficace: l’arte di saper sperimentare per innescare relazioni vincenti

Sperimentare significa implementare diversi opportunità e percorsi, che possano supportare con efficacia e impatto l’adozione di call to action specifiche e pianificate per i target prefissati. La misurabilità dei kpi di riferimento permetterà di effettuare interventi correttivi e migliorativi, qualora siano necessari. Innovare, significa sperimentare continuamente per individuare le migliori opportunità. Un esempio di obiettivo può essere quello di performance legate alla conversione degli utenti o alla vendita di prodotti e servizi.

L’Email marketing è altresì un processo di fidelizzazione degli utenti, che si devono identificare nel tempo con un determinato brand per passione e interessi ben definiti. È rilevante da un lato trasmettere quel senso di appartenenza a una community che persegue una value proposition ben articolata e dall’altro favorire un senso di attenzione specifica ed esclusiva.

 

Strategia efficace di email marketing: i fattori chiave da considerare

L’email marketing permette di costruire e consolidare una relazione con gli utenti, che sono interessati ad ascoltare quello che un brand ha da raccontare. In questo modo sarà possibile l’amplificazione delle opportunità da parte di brand e professionisti, per accrescere la propria awareness e la visibilità di prodotti o servizi.

Non è più il tempo di utilizzare l’email marketing, seguendo un modello di marketing diretto martellante e privo di contenuti di valore. Meglio privilegiare un modello di comunicazione orientato a individuare messaggi ad impatto, in grado di catturare l’interesse dell’utente attraverso logiche precise di lead nurturing e suggerimenti di problem solving relativi a esigenze specifiche dell’utente.

La pianificazione di una strategia proattiva di email marketing efficace richiede la valorizzazione di alcuni parametri chiave, che possono ad esempio far riferimento ai seguenti punti:

–  individuazione di obiettivi mirati e misurabili;

–  identificazione del target utenti a cui indirizzare il messaggio;

–  scelta della tipologia di  audience: ad esempio lista profilata di proprietà, lista segmentata, utilizzo di rented distribution list;

–  fruizione omnicanale del messaggio attraverso la predisposizione di modelli di newsletter o DEM di tipo “responsive”, ovvero ottimizzati per le diverse tipologie di device di accesso utilizzati dagli utenti;

–  realizzazione di un layout grafico d’impatto, differenziante e curato nei dettagli in modo da migliorare l’experience del fruitore della newsletter;

–  contenuti di qualità e non sempre esclusivamente promozionali, soprattutto se si sta adottando una strategia di loyalty dell’utente;

–  inserimento di una call to action da cliccare per far atterrare l’utente su specifica web page o landing page e favorire il conversion rate;

–  pianificazione della frequenza e dell’orario d’invio.

 

Email marketing efficace: quale strumento utilizzare?

La costruzione di una strategia di email marketing efficace presuppone l’utilizzo di tool di supporto di valore e flessibili, in grado di favorire un processo di pianificazione, attuazione e controllo ben strutturato e organizzato nei minimi dettagli.

Su questo fronte può essere rilevante mettere in evidenza la flessibilità e versatilità di CleverReach, tool molto intuitivo, che si adatta alle esigenze più svariate dei brand di diverse dimensioni, che sono alla ricerca di un supporto per panificare campagne di email marketing fortemente customizzate e da costruire secondo un iter step by step dinamico, automatizzato e semplice. Il rapporto qualità prezzo  si rileva davvero interessante e unico nel suo genere.

Lo strumento presenta diverse peculiarità come ad esempio la funzione Thea Automation preziosa per risparmiare tempo nella realizzazione di campagne di mailing in modalità automatizzata attraverso un sistema drag&drop e grazie all’ausilio di un pratico pannello di controllo o dashboard. Il risultato porta ad un approccio di gestione dei flussi automatici di comunicazione e all’implementazione di strategie di fidelizazzione intelligenti e di remarketing accurato e customizzato, nonché di raccolta di dati comportamentali rilevanti per migliorare la user experience. I server di CleverReach sono di tipo “whitelisted” e conseguentemente bypassano il fastidioso problema di vedere le proprie newsletter inviate entrare nel folder dello spam delle caselle di posta dell’utente, con conseguente perdite di opportunità e conversioni.

Il kit dei template e dei lay out grafici di CleverReach è molto ampio e soddisfa l’esigenza di fruizione omnicanale ed è oltretutto  interfacciabile con i più diffusi sistemi come Amazon, Shopware, Magento. CleverReach inoltre ti permetterà di misurare in real time i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi prefissati, con report semplici e intuitivi.

I dati sono archiviati nell’Unione Europea, salvaguardando il fruitore dalle regole della pricacy in ambito di gestione dei dati.

Per testare le potenzialità di CleverReach suggeriamo di provarlo gratuitamente al seguente link: https://www.Cleverreach.com/it/.