La scelta del o dei metodi di valutazione applicabili, da parte dell’esperto nominato dal Tribunale, deve normalmente tenere conto di un maggior numero di fattori rispetto al caso del recesso da Srl.

Nuovo articolo dedicato al diritto di recesso del socio di una SpA. Il focus sarà quello sulla scelta del metodo per eseguire la valutazione aziendale. Per chi avesse perso i precedenti articoli, qui di seguito trovate il riepilogo:

Parte 1 – dedicata a cenni generali del recesso del socio

Parte 2 – dedicata al procedimento di liquidazione

Parte 3 – dedicata alla figura dell’esperto incaricato della valutazione

Parte 4 – La data di riferimento della valutazione

Parte 5: l’architettura del processo di valutazione

Parte 6: una rassegna dei metodi di valutazione

 

La scelta del o dei metodi di valutazione applicabili, da parte dell’esperto nominato dal Tribunale, deve normalmente tenere conto di un maggior numero di fattori rispetto al caso del recesso da Srl. Valgono infatti le seguenti considerazioni.

1.    L’indicazione del codice civile alle tre citate metriche di valutazione:

(a) asset or cost approach,

(b) income aproach,

(c) market approach, lascia una maggiore possibilità di scelta all’esperto, ma anche una maggiore responsabilità su come dosare nel concreto l’applicazione dei metodi che si richiamano alle tre metriche (vedi articolo precedente)

2.    E’ più probabile che l’esperto faccia riferimento a più metodi di valutazione aziendale, invece di uno solo, operando quindi con medie di vario tipo, che pesino l’importanza dei vari metodi al fine di pervenire ad un valore finale

3.    Nel caso di società quotate esiste il vincolo della valutazione aziendale ai valori borsa come precisato dall’art 2437 ter del cod. civile

4.    Esiste la possibilità, praticamente inesistente nelle Srl, che lo Statuto della Spa preveda dei riferimenti valutativi di cui occorra tenere conto nella valutazione

5.    Esiste la valutazione degli amministratori, non prevista per le Srl, che l’esperto non può ignorare, anche se non ne è vincolato nelle scelte valutative da effettuare

6.    La base societaria nelle Spa dovrebbe essere più ampia rispetto alle Srl e quindi dovrebbero risultare più applicabili metodi che facciano riferimento al mercato (market approach).

Vale infine la pena evidenziare il seguente grafico, ricavato dal testo di S. Marasca “I principali fattori di incertezza nella valutazioni di azienda”.


In esso vengono evidenziati i vari metodi lungo una scala che esamina le qualità della razionalità e dell’affidabilità, che risultano fra di loro inversamente proporzionali.

Nel grafico il metodo patrimoniale semplice appare come il più affidabile ma il meno razionale, mentre i metodi finanziari appaiono come i più razionale ma i meno affidabili. Dal grafico sono esclusi metodi che si richiamano ai multipli (market approach).

Risorse utili

Se ti occorre un tool di supporto per la valutazione azinedale suggeriamo il software eValue e lo strumento Ready Beta sector per avere i beta di settore sempre aggiornati.

Ulteriori altri articoli di Angelo Fiori, che ti potrebber interessare:

1) Valutazione d’azienda: Asset Side o Equity Side. Cenni introduttivi

2) Valutazione d’azienda: i flussi monetari levered e unlvered

3) Valutazione d’azienda: Enterprise Value, VAN, Tasso di attualizzazione

4) Valutazione d’azienda: il WACC e il modello CAPM

5) Valutazione d’azienda: come usare il tasso di attualizzazione

6) Valutazione d’azienda: performance aziendali e flussi di cassa prospettici

7) Valutazione d’azienda: determinare i flussi di cassa prospettici

8) Valutazione d’Azienda: come calcolare il terminal value

9) Valutazione d’Azienda:i metodi dei multipli

10) Valutazione d’Azienda: multipli di società comparabili