Dashboard aziendali e strategie competitive per creare valore. Il monitoraggio dell’andamento delle perfomance aziendali richiedono l’implementazione di modelli di analisi efficaci e in grado di sintetizzare al meglio gli indicatori di performance ritenuti più idonei per le finalità richieste dal management e dal contesto di riferimento. In questo articolo ci dedichiamo ad un aspetto troppo spesso trascurato: la base dati.

 

Dashboard aziendali e strategie per creare un modello di flusso delle informazioni in modalità strutturata e condivisa. Suggerimenti e funzioni per creare una base dati pronta per sintetizzare le informazioni, analizzarle, interpretarle e condividerle per favore il processo decisionale.

 

Dashboard aziendali: Database strutturato e normalizzato

Il percorso che porta alla costruzione di un dashboard aziendali richiede studio, individuazione delle metriche, progettazione e fase di test. Il punto fondamentale è quello di progettare un cruscotto aziendale opportunamente collegato ad una base dati che deve avere specifiche peculiarità

  • normalizzazione dei dati contenuti in database preesistenti;
  • definizione dei campi dati necessari;
  • individuazione di criteri di inserimento dati in modo da non trovarsi con dati scritti in modo diverso;
  • individuazione di classificazioni specifiche ad esempio per i prodotti o servizi, per l’area geografica o per la rete commerciale.

Il database di origine è un aspetto fondamentale del processo di costruzione del cruscotto aziendale e richiede un’attenta verifica con tutti gli interlocutori interessati. Infatti, adottando un modello omogeneo e be strutturato permetterà poi con estrema semplicità di impostare tabelle di riepilogo in modo molto rapido e inoltre renderà immediata l’analisi comparativa tra prodotti o tra riferimenti temporali.

La normalizzazione del dato può essere un momento molto noioso ma è fondamentale per poi avere output di sintesi ben organizzati e senza errori di dati disaggregati. Pensate ad esempio al nome del cliente. Se scrivete Pippo e Pippo Spa, in una tabella di riepilogo di sintesi rischiate di avere il dato suddiviso in due, mentre stiamo invece parlando della stessa ragione sociale.

Ecco perché è importante stabilire dei criteri e soprattutto eseguire attività di data cleaning.

 

Semplici suggerimenti per fare la “pulizia del dato”

Normalizzare il dato e in gergo tecnico “pulirlo” non significa dover necessariamente riscrivere un database.

Ci sono infatti diverse formule excel che possono supportarci in questa fase:

– le formule logiche e testuali, come ad esempio la funzione rimpiazza, possono essere molto preziose e permettono di risparmiare molto tempo.

– La verifica del scrittura del nome del cliente può ad esempio essere velocemente verificato attraverso l’utilizzo di una tabella pivot in modo tale che poi avremo la colonna elenco dei clienti, che ci permetterà di verificare se uno stesso cliente è stato scritto in maniera diversa.

– Nel caso in cui dovete recuperare informazioni da altri database, che presentano una chiave comune con la vostra base dati potete utilizzare le funzioni cerca.vert o indice.confronta. Se vuoi capire il loro utilizzo, suggeriamo di leggere l’articolo specifico Cerca.vert e indice confronta: analisi avanzate dei dati.

– Utilizza la modalità trova e sostituisci per  modificare velocemente determinate parti del contenuto. Ad esempio se avete un numero scritto come 1235.00 e volte trasformarlo in 1235,00. Basterà inserire il “.” in trova e la “,” in sostituisci con:

dashboard aziendali

– Sfrutta la funzione annulla.spazi per eliminare eventuali spazi vuoti. Questa funzionalità è ad esempio molto utile quando vi trovate una stessa parola apparentemente uguale ma che ad esempio aggregandola in una tabella pivot viene riconosciuta diversa. Questo succede perché spesso nella cella ci sono spazi vuoti. E’ sufficiente digitare Pippo e poi inavvertitamente digitare la barra spazio per rientrare in questa casistica.

Naturalmente ci sono molte altre formule e funzioni, che possono essere utilizzate per queste attività. Qui abbiamo riportato le più comuni. Se vi interessano questi argomenti fatecelo sapere e provvederemo a dedicare ulteriori articoli di approfondimento.

 

Risorse per approfondire 

Excel dashboard: un modello per le vendite

Report e dashboard aziendali

Modelli excel per il tuo business