Da Brand a Friend non è solo il titolo del libro di Robin Good, edito da ROI Edizioni, ma il nuovo modus operandi da perseguire nel business per relazionarsi con i potenziali clienti. Un nuovo modo di fare business online, innescando un processo di fidelizzazione strutturato su valori chiave come l’autorevolezza, la credibilità, la condivisione delle informazioni di valore. Un libro schietto e ad elevato valore aggiunto, dove l’autore mette a disposizione un metodo chiaro e rilevante per creare qualcosa di strategicamente proficuo per raggiungere target di utenti, individuare nicchie di mercato coerenti con i propri obiettivi.

Brand a Friend

Da Brand a Friend ovvero una guida per adottare un approccio customer oriented basato su relazioni. C’era una volta il mercato pubblicitario, dove vinceva chi urlava di più e nvadeva il consumtatore con ritmo martellante di slogan pubblicitari.Tutto questo ora non funziona più. Occorre perseguire strategie basate sulla customer experience, dove il potenziale cliente è al centro del processo di vendita.

 

Da Brand a Friend: l’arte di creare contenuti di valore

Secondo Robin Good, il paradigma non è più: vendo perché mi faccio vedere e conoscere attraverso i miei contenuti, bensì il contrario: poiché creo , condivido risorse, contenuti ed informazioni utili e di vero valore, le persone mi chiedono in maniera specifica di realizzare soluzioni e prodotti che risolvono i loro problemi.

L’autore parte da un conetto fondamentale. Il libro faro della teoria evoluta di Robin Good  è il  Clutrain Manifesto: una guida rivoluzionaria  che ha trasmesso un nuovo modo fa fare marketing. Il messaggio chiave è che i mercati sono delle conversazioni!  Ecco perchè le Relazioni, l’autorevolezza e la fiducia sono i cardini fondamentali per consolidare il rapporto con i clienti. Posizionamento di nicchia, coinvolgimento e ascolto del proprio pubblico rappresentano il  canale di scivolo ideale per sviluppare prodotti e servizi in linea con le esigenze dei propri target di riferimento.

 

Chi è Robin Good: un po’ di storytelling

La prima parte del libro è dedicata a raccontare le esperienze professionali di Robin Good! Un pioniere del web e del business online, con alle spalle tanta esperienza e cretività. Gli anni da Dj, le esperienze alla radio , a Canale 5, la fondazione della società AVC Communications, il periodo pieno di aspettative alla Rai solo in parte soddisfatte. Queste sono  sono alcune delle tappe raccontate anche in maniera divertente dall’autore. Molte curiosità e anedotti che modellano un vero e proprio stile di vita fatto di caparbietà e disponibilità. Pagine ricche di riflessioni e spunti interessanti. Tante esperienze dove emerge il concetto di mettersi sempre in discussione, inventare e reinventarsi.

La data sparti acque è il 2004, anno in cui nasce la figura di Robin Good! L’ascesa con Google adsense e i contenuti pubblicati sul sito masternewmedia.org. Fatturati a sei zeri. Il successo e poi la penalizzazione Google. L’umiltà di rimettersi in gioco e la nuova ascesa!  La rinascita con POP CAMPUS nel 2009. Pagine rilevanti che fanno da apripista a un libro ricco di suggerimenti, senza la promessa del facile guadagno su internet cme molti strillano. Robin Good mostra la strada da perseguire per costruire un sistema di valore per creare business model efficace, sta poi nel chi lavora, suda e fatica trovare la soluzione per monetizzare, sperimentando e innovando continuamente.

 

Da Brand a friend: perchè il Marketing tradizionale non funziona più

Robin Good,  esamina con schiettezza come funzionava il marketing di qualche anno fa, prima della digital revolution. Il marketing di ieri ora non funzionano più e i brand devono adeguarsi e cambiare la rotta.

Un marketing che era basato sulle seguenti azioni chiave:

  • Urlare
  • Bombardare
  • Interrompere senza chiedere permesso
  • Decantare l’unicità e le glorie dei prodotti che promuove
  • Parlare, parlare, parlare ma non ascoltare
  • Avere come priorità i profitti non i clienti.

Secondo l’autore le persone si fidano sempre meno dei grandi brand, che comunicano usando metodi ed approcci tipici del vecchio marketing! Serve dialogo e forte disponibilità all’ascolto e alla comprensione delle reali esigenze dei propri potenziali clienti. Pertanto per fare business online occorre innanzitutto posizionarsi in maniera visibile, coltivare la propria autorevolezza e credibilità attraverso la condivisione di contenuti di valore e il dialogo con il tuo pubblico. In questo modo è possibile accrescere la propria reputazione e di conseguenza la possibilità che qualcuno che ti ha già scoperto azioni il passa parola a chi ha bisogno di te ma ancora non ti conosce.

 

La formula di Sharewood: nicchia di mercato e relazioni di valore

Il punto di forza del libro è descritto nella formula di sharewood la foresta della condivisione! Una strategia che aiuta a fare business online, strutturata su cinque passi fondamentali:

  1. Individua la tua nicchia di mercato online
  2. Costruisci la tua credibilità condividendo contenuti di valore
  3. Coltiva un seguito di fan appassionati
  4. Ascolta e scopri le necessità specifiche dei tuoi fan
  5. Crea prodotti e servizi su misura.

 

L’autore pone forte enfasi sul concetto di nicchia di mercato e sulla strategia migliore per individuarla!

È importante ricordare che il marketing di nicchia non si basa sull’interrompere, distrarre o sul cercare modi e maniere per attirare l’attenzione dei potenziali clienti. Occorre intercettare in maniera scientifica tutti coloro che sono attivamente alla ricerca di una soluzione specifica a uno specifico problema interesse o esigenza.

Secondo Robin Good, la nicchia ideale è caratterizzata da un livello di domanda misurabile accompagnato da un numero circoscritto di siti web che già offrono soluzioni specifiche per quel problema.

 

Conclusioni

Si potrebbe parlare per ora sui contenuti del libro “Da brand a friend”, ma mi fermo qui. Una guida da leggere per chi vuole innovare, sperimentare, ma soprattutto prendere atto che il modo di comunicare è cambiato, quasi come tutto si fosse azzerato. Occorre  costruire la propria credibilità attraverso contenuti di valore e di qualità. E’ fondamentale condividere informazioi rilevanti per conquistare la fiducia del consumatore o di persone interessate. L’importanza della community di fan e la ricerca di prodotti e servizi personalizzati rappresentano gli ulteriori obiettivi da perseguire. Un nuovo modello di business caratterizzato dalla consumer age e dal marketing delle esperienze dei propi consumatori. Robin Good traccia la strada da perseguire con chiarezza e semplicità per creare nuovi modelli di business, sta poi ai brand e ai professonisti miscelare gli ngredienti per creare la ricetta ideale al proprio contesto sperimentando di continuo.