Le cuffie Airpods Pro rappresentano il nuovo oggetto del desiderio di appassionati di tecnologia e non solo. È il boom di una nuova gamma di prodotti, che è solo nella fase iniziale e che continuerà a crescere, con Apple leader di mercato.

 

Lo scopo di questo articolo, da un lato è quello di fare alcune considerazioni del perché del successo delle Cuffie Airpods Pro, nonostante il prezzo di fascia alta; dall’altro, quello di fare alcune previsioni delle variazioni di prezzo di questi auricolari bluetooth di terza generazione nei prossimi mesi.

 

Cuffie Airpod Pro: l’ennesimo esempio di creazione di un nuovo mercato

Le nuove cuffie Airpods Pro di Apple sono state lanciate sul mercato da pochi mesi, ma hanno mostrato una partenza davvero roboante e a forte impatto sui consumatori.

Il segmento degli auricolari senza fili è cresciuto del 200% rispetto all’anno scorso; secondo le stime di Strategy Analytics, Apple ha una quota di mercato di oltre il 50% ed è pertanto leader incontrastato.

Un successo decisamente al di sopra delle attese, con volumi di vendita record di oltre 60 milioni di pezzi dei diversi modelli di Airpods nel corso del 2019.

 

Il prezzo basato sul valore percepito

Ancora una volta, Apple è riuscita a sbaragliare la concorrenza puntando sul fattore novità, andando a creare in breve tempo una nuova nicchia di mercato “oceano blu”.

Il comparto degli auricolari di terza generazione, sarà molto dinamico nei prossimi mesi e vedrà l’ingresso di nuovi competitor, che punteranno decisamente sull’effetto prezzo al ribasso per rosicchiare quote di mercato ad Apple.

Siamo sicuri che le Airpods pro di Apple scenderanno di prezzo?

La risposta è orientata verso il no, soprattutto se consideriamo un orizzonte temporale di breve periodo. Vediamo di comprendere il perché con alcune riflessioni di carattere generale:

– La diffusione delle cuffie Airpods è in piena fase di sviluppo del loro ciclo di vita e rientrano nella categoria degli accessori complementari degli smartphone, che sono invece un prodotto maturo e con ormai una diffusione capillare molto ampia.

– Il successo oltre le attese delle vendite delle cuffie senza file di Apple è da collegarsi all’elevato valore del brand e alla sua strategia orientata alla differenziazione, al fattore coinvolgimento e all’idea del senso di appartenenza a una grande community.

– Le tecniche di determinazione di un prezzo di un determinato prodotto possono essere di vario tipo: l’approccio più semplice è quello di considerare i costi necessari per realizzare un prodotto, sommarli e poi applicare un markup per fissare il prezzo di vendita. Questo non è sicuramente il caso degli auricolari Airpods, che rientrano invece in una logica di prezzo basato sul valore percepito dal cliente finale e dal suo modo speciale di relazionarsi e appassionarsi al Brand.

 

Ricorda: ci sono brand che grazie al loro valore generato nel tempo, riescono a mettere sul mercato prodotti memorabili e innovativi, coinvolgendo i clienti e applicando prezzi alti.

 

La relazione tra valore percepito e prezzo applicato

Il cliente Top di Apple, ovvero quello super fidelizzato si identifica con i valori e gli elementi distintivi del brand. Ci riferiamo a quella categoria specifica di clientela che è appassionata, altamente fidelizzata e non fa nessun paragone con altri prodotti concorrenti. In altre parole, chi veramente si identifica con il marchio di Cupertino, non si pone problemi di prezzo, ma si muove sull’ondata di entusiasmo irrefrenabile di volere a tutti i costi il nuovo prodotto perché ormai fa parte del suo DNA.

Ci sono poi i clienti meno fanatici, apprezzano il marchio Apple, ma sono più pazienti nell’acquisto. Spesso preferiscono attendere qualche mese prima di acquistare il prodotto novità, nella speranza che il prezzo possa scendere.

 

Il prezzo degli Airpos Pro è destinato a diminuire?

Fatte le suddette riflessioni, ritorniamo alla nostra domanda: cosa succederà al prezzo degli Airpods Pro? Scenderanno dopo la fase iniziale di lancio? Una ricerca di idealo, piattaforma di acquisti comparativi a livello europeo, ha pubblicato uno studio molto interessante a tal proposito, andando a fare una previsione delle variazioni di prezzo delle Airpods Pro.

La ricerca di idealo si fonda sul seguente modello di analisi: per estrapolare dati attendibili circa i nuovi Apple AirPods Pro, è stato analizzato l’andamento dei prezzi dei modelli precedenti: l’ AirPods 1 e l’AirPods 2  con custodia di ricarica e con custodia di ricarica wireless.

L’infografica riportata qui sotto, offre un ottimo impatto visuale circa la fluttuazione dei prezzi delle Airpods Pro, nei prossimi mesi.

cuffie Airpods Pro

Lo studio evidenzia che il prezzo delle Airpods Pro non subirà variazioni al ribasso del prezzo nei 4 mesi successivi al lancio sul mercato. Si potrebbero inoltre registrare dei piccoli aumenti di prezzo, con incrementi tra il +0,73% e il + 1,41%.

La ragione di un incremento di prezzo deve essere ricondotta alla crescente domanda di mercato e all’effetto novità del prodotto.

Pertanto per attendere una riduzione del prezzo si dovrà attendere almeno il sesto mese dall’uscita delle cuffie.

La riduzione potrebbe attestarsi essere pari a -11,2%; l’effetto risparmio diminuisce considerevolmente durante il settimo mese (-5,5% rispetto al prezzo di lancio) per poi aumentare notevolmente a partire dall’ottavo mese (-18,8%).

idealo, evidenzia che il nono mese dal lancio delle cuffie potrebbe registrare una riduzione rilevante del prezzo fino al 20% e al 21% in meno. L’undicesimo ed il dodicesimo mese, registreranno una diminuzione rispettivamente del 17% e del 13% rispetto al prezzo di lancio.