Che cos’è Criptalia? Avete mai sentito parlare di lending crowdfunding? Le aziende sono sempre più alla ricerca di canali alternativi ai tradizionali accessi di credito delle banche. Gli investitori provano a diversificare i loro investimenti per dare più impulso al proprio portafoglio di investimento attraverso soluzioni di economia reale.

In questo articolo approfondiamo meglio questo argomento e in particolare ci soffermiamo sul portale Criptalia fondata da Diego Dal Cero.

Lending Crowdfunding: trend in crescita

Il movimento del lending crowdfunding nonostante il periodo complesso e incerto continua a crescere. Secondo il quinto Report italiano sul Crowdinvesting realizzato dall’osservatorio omonimo della School of management del politecnico di Milano, i fondi erogati in totale ammontavano a 908 milioni di euro contro i 517 di un anno prima ( 30 giugno 2020 vs 30 giugno 2019). in particolare 159 milioni investiti attraverso portali liquidi e 749 milioni attraverso i portali lending.

Criptalia: che cos’è

In passato, avevamo già analizzato il tema del Peer to Peer lending parlando di BorsadelCredito.it, in questo articolo vogliamo invece parlarvi della piattaforma Criptalia che nell’ultimo periodo si sta distinguendo per diverse interessanti operazioni di finanziamento a Pmi del Made in Italy. La startup, nata nel 2018,  è stata fondata da Diego Dal Cero ed ha sede a Bergamo.
La piattaforma utilizza tecnologia blockchain e security token per rendere gli investimenti più sicuri e trasparenti.

Criptalia

Tra l’altro questa realtà ha chiuso un round di finanziamento di mezzo milione di euro ricevuto da Digital Magics incubatore di progetti digitali e CDP Venture Capital Sgr Fondo Nazionale Innovazione.

 

Mission: dare risorse alle PMI

La mission di Criptalia è molto chiara ed è sicuramente ben evidenziata nelle seguente frase riportata sull’omonimo portale: “in Europa le PMI sono le aziende meno finanziate dalle banche nonostante costituiscano il 70% del PIL, con un impiego dell’80% della forza lavoro. Esse sono il cuore pulsante del tessuto produttivo nei diversi paesi europei. La nostra missione è consentire alle Piccole e Medie Imprese di finanziarsi in modo diretto, senza intermediari, in maniera conveniente e in completa sicurezza“.
Pertanto, l’obiettivo di Criptalia è quello di saltare l’intermediazione bancaria e mettere in contatto investitori privati ed istituzionali, che vogliono investire in economia reale avendo un buon tasso di interesse di ritorno.

Un’ottima soluzione per trovare forme d’investimento alternativo e dare l’opportunità alle imprese di continuare a creare valore e sviluppare il proprio business. E’ emblematico pensare come i conti correnti degli italiani siano carichi di liquidità inattiva.  Il bollettino mensile dell’Associazione bancaria italiana ha evidenziato come la propensione di risparmio delle famiglie italiane sia cresciuta di 32 miliardi nel solo mese di Ottobre 2020.  Rispetto a un anno va (riferimento ottobre 2019) si è assistito a un incremento del 9,5%.

Quali rischi per gli investitori?

Il rischio di perdere il capitale investito sussiste nel caso in cui si investa in un finanziamento ad un’azienda, che poi risulta inadempiente all’impegno preso e che pertanto non proceda al pagamento delle rate previste.

La mitigazione del rischio di perdite da questi finanziamenti  deve avvenire attraverso la diversificazione del portafoglio.

Il processo di selezione dei progetti da finanziare avviene attraverso un’attenta analisi e due diligence delle aziende da finanziare. Criptalia per diversi progetti proposti si è poi avvalsa della collaborazione con Change Capital, società di intermediazione e consulenza in ambito Fintech, fondata da Francesco Brami.

In genere si punta su piccole e medie imprese, che hanno evidenziato potenzialità di business ma che hanno necessità di finanziamenti per generare nuovi business e nuovi progetti di ampliamento.

Un simile progetto di social lending ha pertanto la possibilità di continuare a crescere solamente nel caso in cui si acquisisca un’elevata fidelizzazione da parte degli investitori. La capacità del team Criptalia di proporre progetti aziendali affidabili rappresenta un fattore critico di successo essenziale .

Sono tra l’altro presenti due canali Telegram: il primo  dove investitori e il team Criptalia dialogano costantemente e con molta trasparenza; il secondo è il canale ufficiale delle news e degli aggiornamenti.

Per chi vuole testare la piattaforma, c’è anche la possibilità di entrare con investimenti a partire da 20 per un singolo progetto. Chiaramente il suggerimento per gli investitori è sempre quello di diversificare gli investimento su più progetti e di crearsi un portafoglio d’investimento multi progetto.

 

Come informarsi sui progetti proposti prima d’investire?

Sulla piattaforma, una volta iscritti gratuitamente, avrete la possibilità di entrare nel marketplace dove trovate i dettagli dei progetti in corso di finanziamento e di quelli chiusi.

Accedendo alla sezione dedicata ai singoli progetti sarà possibile ottenere maggiori informazioni sull’azienda e sul mercato in cui opera; sono poi date indicazioni del finanziamento a livello di:

– durata del progetto,

– obiettivo di raccolta,

– tasso d’interesse,

– rating di rischio,

– una descrizione del perché l’azienda sta richiedendo il finanziamento.

A nostro avviso, in questa sezione dedicata ai progetti, probabilmente ci dovrebbe essere l’opportunità di poter accedere a ulteriore documentazione di supporto, di approfondimento e di analisi (esempio bilanci, trend, ecc). Riteniamo che comunque il team di Criptalia sia al lavoro per migliorare questi aspetti.

Ciascun investitore ha poi una propria dashboard dove si riepilogano gli investimenti in corso.

Per investire, è possibile versare il cash tramite  la carta di debito/credito o con un bonifico bancario: il denaro versato è gestito da Mangopay, Istituto di Moneta Elettronica Francese.

La piattaforma Criptalia presenta poi un mercato secondario per la compravendita di quote tra investitori.

Live di presentazione dei progetti

I progetti selezionati vengono poi presentati con delle live “aperitivo virtuale” dopo le aziende presentano la propria realtà e rispondono alle domande proposte dai potenziali investitori. Abbiamo partecipato alla live di Rosso 21 Srl, fondata da Antonella Rinaldi e Mauro Piemonte, startup innovativa attiva nella progettazione, produzione  e ingegnerizzazione di pannelli prefabbricati di rivestimento in mattoni faccia a vista. Dopo aver presentato il progetto e risposto a diverse  domande dei partecipanti e del team Criptalia, la cosiddetta attesa per poter investire si avvicinava, facendo crescere quella che è definita la “Criptansia“.  Alle ore 19 si è aperta la possibilità di investire. Il risultato? In soli 3 minuti gli investitori hanno raggiunto la quota minima degli 80.000 euro richiesti come finanziamento (Bridge Loan POR FESR – Fase II). Davvero un gran bel risultato. In questo progetto tra l’altro si poteva investire al massimo 500 euro (Tan obiettivo del 9% per la durata di 4 mesi) per dare la possibilità a un numero maggiore di utenti di partecipare all’iniziativa. Gli investitori sono stati 304 con investimento medio di 263,16 euro.

Al momento sono stati chiusi con successo quasi una ventina di progetti. Si può notare come il numero degli investitori stia crescendo nel tempo.

Si spazia dalla sicurezza e la vigilanza privata, a piattaforme mobile omnicale, aziende operanti nella biotecnologia e area medicale, digital transformation, aziende agricole, pasticcerie, bar, efficientamento energetico. Innovazione e tradizione si fondono n una serie di iniziative imprenditoriali, dove traspare un senso di passione e voglia di portare avanti il made in Italy con soluzioni di eccellenza.

Tipologie di finanziamenti: Bullet e Amortising

Sulla piattaforma Criptalia al momento ci sono due tipologie di investimento:

1) Bullet: un finanziamento di questo tipo  prevede una struttura dove  tutto il periodo di ammortamento colui che riceve la liquidità, si impegna a pagare solo gli interessi. Invece, il capitale sarà restituito solo alla scadenza.

2) Amortising: un ammortamento di tipo francese dove interessi e una parte della quota del capitale vengono restituiti insieme.

Per ulteriori approfondimenti vi suggeriamo di prendere visione al seguente video di Alessandro Tassoni.

Ricorda: le iniziative di  lending crowdfunding, non prevedono che gli investitori abbiano una quota della società a cui si sta prestando denaro. E’ solo una forma di finanziamento con la finalità di vedersi restituire il capitale investito con l’aggiunto di interessi a tasso fisso.

Criptalia fa da sostituto d’imposta?

Criptalia è  sostituto d’imposta. Dal sito si legge che le tasse che si dovranno sostenere fanno riferimento solo ai guadagni effettivi. In base alla residenza fiscale, si dovrà applicare la ritenuta d’imposta che corrisponde.

Pertanto se si risiede in Italia, verrà applicata una ritenuta del 26% che sarà versata direttamente all’Agenzia delle Entrate.

Facciamo un esempio: se io sono un investitore con residenza italiana, ho investito 100 euro su un progetto che ha rendimento 10%, io pagherò il 26% sui 10% di interessi maturati.

Al momento comunque non è ancora chiaro se il 26% sia la solo a titolo di acconto oppure no. La piattaforma Criptalia, ogni anno fornirà una sintesi delle operazioni effettuate in piattaforma.

Conclusioni

Riteniamo che la soluzione del social lending da un lato possa essere una valida soluzione d’investimento per stimolare e dare impulso alle aziende; dall’altro è un’ottima opportunità per le aziende per mettersi in vetrina e mostrare la bontà dei propri progetti imprenditoriali. Un modo per cercare di mettere in evidenza come il tessuto delle pmi italiane abbia stimolo di guardare avanti con fiducia e farsi apprezzare da investitori attratti dalla possibilità di finanziare progetti e idee di business interessanti in cambio di un buon rendimento.

A questo punto non vi resta che iscriversi gratuitamente al portale Criptalia e visitare le varie sezioni.