Sei un idraulico, il proprietario di una ferramenta o hai intenzione di avviare una nuova attività di ristorazione? Ecco, allora molto probabilmente sei finito sulla pagina sbagliata, a meno che, parallelamente, tu non sia anche uno sviluppatore web e abbia bisogno di un servizio che faciliti il tuo lavoro e ti consenta di ottenere risultati migliori in tempi nettamente più contenuti. Se sei interessato, scopri l’easy cloud server!

Easy Cloud Server

Easy Cloud Server è una piattaforma dev che mette a disposizione dell’utente una console dalla quale poter creare con estrema semplicità e rapidità uno o più server, seguendo contemporaneamente diversi progetti e creando ed eliminando istanze in modo estremamente rapido.

Si tratta fondamentalmente di un ambiente cloud molto flessibile, una piattaforma nata come una tipologia di cloud studiata appositamente per gli sviluppatori.

I vantaggi di Easy Cloud Server

I vantaggi sono molteplici e riguardano i tempi di attivazione, che sono decisamente brevi, e la costante possibilità di creare e distruggere le proprie istanze ogni volta che si vuole e, soprattutto, tutte le volte che si vuole.

Easy Cloud Server ti mette a disposizione un ambiente presente in tantissime regioni europee dove puoi installare facilmente la tua macchina virtuale.

Avrai la possibilità, in modo semplice e intuitivo, di attivare VPS sia Windows che Linux (se sei un programmatore, sai di cosa stiamo parlando. Altrimenti ribadiamo che è molto probabile che tu sia sulla pagina sbagliata).

È possibile installare tutti i server VPS di cui necessiti direttamente agendo da un pannello di controllo attraverso il quale si potrà inoltre tracciare e monitorare il progress del lavoro, verificando il numero di ore di utilizzo in base a ciascun periodo. Dalla stessa console, inoltre, si potranno creare facilmente immagini, fare dei sempre consigliati backup periodici e andare ad intervenire su eventuali problemi di sicurezza o malfunzionamenti riparando i guasti.

La versione Linux e la versione Windows

Entrando nello specifico, andiamo ora ad analizzare le differenze fra la versione Linux e quella prevista per Windows.

Nella versione Linux è possibile creare macchine partendo da una versione base con 1 GB di RAM, 1 Core e 20 GB di disco, fino a raggiungere macchine con prestazioni decisamente più elevate con 24 GB di RAM, 12 Core e 400 GB di disco.

Per quanto riguarda la versione per Windows, la versione base prevede un minimo di 2 GB di RAM, 2 Core e 40 GB di disco per poi raggiungere, nella versione più performante, 24 GB di RAM, 12 Core e 400 GB per quanto riguarda il disco.