Analisi dei dati e tabelle di sintesi. In questo articolo, vediamo come creare reporting con le tabelle pivot di excel e rendere dinamici i dati durante le riunioni aziendali.

Come creare reporting efficaci con le tabelle pivot? Sono sempre moltissimi gli utenti che ci chiedono di trattare il tema delle tabelle pivot con Excel. In passato avevamo già pubblicato un ebook gratuito “Tabelle Pivot con Excel: l’analisi delle vendite”, a cura di Luca Vanzulli.

Ogni giorno ci troviamo a dover  gestire enormi mole di dati dati contenuti in database; chi opera come data analyst conosce la complessità di tutto il processo e la rilevanza del tipo di informazioni che si possono riepilogare a seconda degli output finali richiesti. I dati sono in continuo movimento: richiedono di essere alimentati, elaborati, ordinati, modificati, normalizzati. La correttezza e l’attendibilità del dato è il punto di partenza per qualunque analisi semplice o complessa.

 

Risorse per approfondire l’analisi dei dati e come creare reporting efficaci:  un corso on line sulle tabelle pivot

Se desideri migliorare le tue competenze in ambito excel e gestire al meglio i dati aziendali, ti suggeriamo di partecipare al corso on line “Analisi dei dati in excel con le tabelle pivot” a cura dell’esperto Massimo Zucchini. Il corso vi guiderà step by step a conoscere tutte le principali peculiarità delle tabelle pivot, consentendovi di acquisire padronanza dello strumento e di realizzare efficaci data analysis a valore aggiunto durante le fase decisionali e strategiche. Le analisi predittive dei big data rappresentano il trend futuro dei business: occorre aggregare i dati, elaborarli e sintetizzarli al meglio al fine di dare ampio spazio alle analisi qualitative delle informazioni. L’autore tra l’altro vi permetterà di acquisire competenze in ambito di database complessi fino ad arrivare alle frontieri di power pivot, strumento potentissimo di excel ancora poco noto agli addetti ai lavori.

 

Il corso è rivolto agli utenti Excel che desiderano approfondire tutti gli aspetti legati alla progettazione e all’utilizzo delle Pivot Table. E’ sicuramente necessario avere una certa dimestichezza almeno di base nell’utilizzo di Excel e nell’applicazione di alcune formule elementari, ma non e’ richiesta nessuna esperienza preliminare di lavoro con le Pivot Table, di calcolo tabellare, matriciale o VBA. Inoltre alcune sessioni sono state dedicate all’integrazione delle Pivot con le tabelle standard, alla pivot cache, e sono state trattate funzionalità che difficilmente si trovano spiegate a questo livello di dettaglio (campi calcolati, discordanza, operazioni su colonna e riga padre). Tutto ciò fa di questo corso una trattazione tra le più complete sull’argomento.

 

Il corso Analisi dei dati con le tabelle pivot comprende oltre 5 ore di video e 38 fiel excel scaricabili focalizzati 10 differenti database.

Analisi dei dati in excel con le tabelle pivot: quali contenuti?

Il corso è diviso in tre parti

1) nozioni preliminari di base: definire una pivot, aggiornarla, formattarla, introduzione agli slicers e relativa formattazione.
2) nozioni di livello avanzato: apprendimento di tutte le funzionalità delle Pivot, tutte discusse nel dettaglio con supporto di video e relativi worksheet, sviluppati con più di dieci differenti database.

3) approfondimenti: tematiche difficilmente trattate in manuali o varie guide, come ad esempio la pivot cache o come ottimizzare lo spazio disco richiesto. Vengono inoltre dati alcuni spunti per eventuali approfondimenti introducendo i Database Relazionali e come possono essere gestiti con la piattaforma “standard” o con Power Pivot. Dopo un ulteriore esempio introduttivo a Power Query ( per strutturare i campi di un Database), il corso si conclude con alcuni esempi ulteriori: Analisi di Pareto gestita con le Pivot, Profit&Loss

Per approfondimenti sul corso on line fai clic qui

 

300x600-corsi-pivot