Sviluppare imprese innovative richiede un mix di competenze tecnico specialistiche, che devono mescolare elementi chiave come l’innovazione, la tecnologia, la passione, la collaboration del team, la ricerca della continua sperimentazione. Ma quali sono gli strumenti, che ogni aspirante enterpreneur deve avere nella proprio kit di supporto? Quali punti considerare nella creazione di un business model distruptive? Quale approccio adottare? Che cosa sono le IBI – le imprese basate sull’innovazione? La risposte, le trovate nel bestseller, già tradotto in oltre venti lingue, di Bill Aulet, “La disciplina dell’imprenditore”.

 

Startup e disciplina imprenditoriale: quali relazioni?

Se ti interessano i temi di business correlati a questa domanda, ti suggeriamo che la risposta las puoi trovare nella guida  del Professor BIll Aulet, Direttore Generale del Martin Trust Center for MIT Entrepreneurship presso il MIT, docente alla Sloan School Management del MIT e con una carriera di successo a livello imprenditoriale.

Il libro, di cui vi vogliamo parlar ein questo articolo si intitola La disciplina dell’imprenditore”, edito da FrancoAngeli. Una vera guida che ti spiega in 24 passi come disciplinare la tua startup, attraverso un approccio decisamente snello, pragmatico e applicabile a diversi ambiti settoriali.

 

creare imprese innovative

 

Questo libro è stato ideato come una cassetta degli attrezzi per supportare gli imprenditori alle prime armi – e imprenditori più esperti – a costruire imprese di successo basate su prodotti innovativi. Anche imprenditori seriali con consolidata esperienza in un campo o in un settore specifico, possono riconoscere in questi 24 passi una guida utile per portare in maniera più efficace i prodotti sul mercato – citazione tratta dalla prefazione del libro di Bill Aulet

 

 

Che cosa sono le IBI?

L’autore guida il lettore con semplicità e molta praticità in una sorta di percorso preferenziale, che dovrebbe essere tracciato con impegno, passione ed entusiasmo dallo startupper.

Bill Aulet offre spunti molto interessanti, che aiutano a diventare un imprenditore a 360°. Un concetto chiave è  IBI ovvero di impresa basata sull’innovazione.

L’imprenditore, che opera a livello di IBI, si muovo verso scenari globali.

Il modello di business deve essere continuamente messo in discussione e deve sentire fortemente l’influenza della tecnologia e dell’innovazione, vero driver per organizzare e riorganizzare processi e competenze.

Il focus deve essere quello di creare valore e vantaggio competitivo e aprire la strada a percorsi di crescita rapidi e basati su nuovi mercati ed esigenze dei consumatori.

 

Ricorda: Gli imprenditori delle IBI aspirano a servire non solo mercati locali. Il loro scopo è vendere a livello globale. Generalmente, questi imprenditori lavorano in squadra fondando il loro business su tecnologie, processi, modelli di business o altre innovazioni che possano garantire un significativo vantaggio competitivo sulle aziende esistenti. Il loro scopo primario non è il controllo dell’impresa, ma la creazione di ricchezza; spesso sono costretti a vendere delle quote aziendali per supportare i loro ambiziosi piani di crescita –citazione tratta dal libro Bill Aulet

 

 

Bill Aulet

Immagine tratta dal libro di Bill Aulet. “La disciplina dell’imprenditore”, edito da FrancoAngeli

6 domande chiave che ogni Enterpreneur deve porsi per creare imprese innovative

Quando si parla di business idea e di prodotti da lanciare sul mercato, ci sono una serie di domande, che ogni imprenditore deve cercare risposte.

L’obiettivo di questa analisi critica, deve essere quello di di evolvere il proprio business model in tutte le sue dinamiche, ponendo attenzioni a variabili endogene ed esogene relativa al sistema in cui si opera.

L’autore individua le seguenti 6 domande:

1.  Chi è il tuo cliente?

2. Cosa puoi fare per il tuo cliente?

3. Come acquista il cliente il tuo prodotto?

4. Come realizzi profitto con il tuo prodotto?

5. Come progetti e costruisci il tuo prodotto?

6. Come puoi espandere la tua impresa?

 

BIll Aulet vi guiderà  in  questa esamina soffermandosi su ogni domanda. Si procederà ad un’analisi pratica e proattivo, offrendo spunti per quello spirito imprenditoriale efficace condito da un briciolo di imprevedibilità, che ogni imprenditore dovrebbe avere.

Sei domande tra loro correlate e spiegate in 24 step, una sorta di gioco in scatola 4.0 dove tuttavia le “caselline” devono essere percorse completamente e che spesso occorre ripercorrere per apportare interventi correttivi e innovazioni.

Un business track, che sembra semplice e lineare, ma che necessità la ricerca di risposte ben strutturate e fondate su basi solide.

Un approccio imprenditoriale decisamente a valore aggiunto, che aiuta nella diffusione di una cultura aziendale densa di innovazione e focalizzata sullo sviluppo del tuo prodotto e sulla conoscenza dei propri clienti.

 

Scenari e percorsi di startup

Una guida pertanto, che aiuta l’imprenditore a passare dal must di conoscere se stesso a quello di identificare il target di riferimento.

Step by step l’imprenditore acquisirà un metodo o meglio un modus operandi per modellare il proprio progetto imprenditoriale.

Un percorso che deve evolvere con la continua sperimentazione opportunamente coniugate con le opportunità di mercato che progressivamente si manifestano. Un altro punto chiave è sicuramente quello della social collaboration del proprio team di lavoro, che deve confrontarsi di continuo e deve creare forte empatia e competitività.