La data visual communication continua a trovare sempre più spazi di applicazione in ambito aziendale. I big data devono essere raccolti, monotirati, analizzati con rappresentazioni immediate per supportare coloro che devono prendere decisioni strategiche. I grafici in excel sono il pane degli analisti e dei cosnulenti direzionale.
In passato alcuni grafici venivano costruiti tramite l’utilizzo del foglio elettronico in modalità complessa e avanzata secondo specifiche procedure di costruzione da seguire.

Uno di questi esempi  era sicuramente il grafico a cascata o anche più notoriamente conosciuto a livello internazionale come waterfall chart.

 

Che cosa sono i grafici a cascata

Questa tipologia di grafico era stata introdotta nelle reportistiche dagli analisti di McKinsey.

Ma cos’è il grafico a cascata? Come possiamo descriverlo?

Una definizione opportuna per rispondere a questa domanda è quanto evidenziato da Terzaghi, esperto di excel e vba,  che nell’articolo evergreen dal titolo “Generazione di un grafico Waterfall in automaticodescrive il grafico a “Waterfall” come quel tipo di chart  che “permette di mettere in evidenza gli step (logici o temporali) che portano una certa grandezza da uno stato “iniziale” a uno stato finale”.

Un esempio classico di utilizzo di questo tipo di grafico è quello che riguarda la composizione dell’utile in un conto economico (Profit  Losses). Un altro esempio di utilizzo protrebbe essere quello della variazione del magazzino o delle vendite.

Excel 2016 e il grafico a cascata automatico

I grafici waterfall, con la versione excel 2016 possono essere realizzata in maniera semplice e immediata. Infatti casa Microsoft ha introdotto questa tipologia di grafico come standard.

Per  costruire un grafico a cascata basterà selezionare i dati di riferimento, entrare nella  Scheda Inserisci della Barra Multifunzione, scegliere nell’area Grafici, il modello Inserisci grafico a cascata o azionario.

grafici_cascata

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ricorda: La peculiarità del grafico a cascata è rappresentata dalla somma cumulata di grandezze numeriche che si susseguono e si concatenano formando barre verso l’alto nel caso di valori positivi o verso il basso se negativi. Il susseguirsi dei valori significa che ogni barra che si sussegue partirà dal valore finale della precedente grandezza.

 

Esempio di marginalità di una commessa rappresentata con un grafico a cascata

Supponiamo di avere i seguenti valori di profittabilità di un progetto denominato Pippo:

esempio_progetto_waterfall_chart

 

 

 

 

 

Come potete vedere nella scheda di commessa abbiamo i ricavi e i costi di commessa rappresentati dalla manodopera interna ed esterna (utilizzo di consulenti specifici), spese di viaggio e altre spese specifiche di commessa. La differenza tra Ricavi e costi di progetto evidnezia un margine.

Il grafico che otterremo sarà il seguente:

waterfall_chart_grafico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I grafici a cascata funzionano poi come tutti gli altri grafici e possono essere facilmente personalizzati utilizzando le funzionalità disponibili nella sezione progettazione e formati.

waterfall_chart_grafico_personalizzato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Risorse per approfondire

Se ti interessa approfondire gli argomenti su excel o scaricare modelli di business ti suggeriamo di leggere l’articolo dal titolo 40 modelli excel per il tuo business

Se invece ti servono tool e strumenti professionali per la gestione aziendale visita: B2corporate shop