Il Social Lending è un fenomeno sempre più in crescita. Ma di cosa si tratta esattamente? In questo articolo approfondiamo l’argomento grazie al team di BorsadelCredito.it, marketplace lending italiano, dove le aziende hanno l’opportunità di trovare soluzioni di finanziamento, attraverso un rete di investitori privati, senza dover necessariamente passare dalla banche. Un esperienza di credito digitale decisamente innovativa e che può dare supporto all’ecosistema delle aziende italiane.

 

BorsadelCredito

Antonio Lafiosca – Socio e Chief Operating Officer – BordadelCredito.it

Il social lending è un fenomeno in forte crescita: quali sono i numeri del settore in Italia?

Gli ultimi dati di mercato indicano una crescita esponenziale del P2P lending (o social lending) italiano. Secondo le stime di P2P lending Italia a metà 2019 il settore ha raggiunto un record assoluto: 337 milioni di euro di erogato, in aumento del 97,4% rispetto allo stesso trimestre del 2018 e del 7,6% rispetto al primo trimestre dell’anno in corso.

Tutti i tre sotto segmenti principali del P2P lending – prestiti alle persone, prestiti alle imprese e invoice trading – hanno segnato crescite importanti, a dimostrazione di un forte trend di sviluppo. In particolare il segmento che ci riguarda, quello dei prestiti alle imprese, ha segnato un nuovo record: 30 milioni di euro i nuovi prestiti, con un aumento del 133,7% rispetto al trimestre precedente e del 133,3% in confronto al secondo trimestre 2018.

La spiegazione è da ricercare sicuramente nella forte contrazione del credito bancario che negli ultimi anni sta penalizzando in modo particolare le piccole e medie imprese, ma anche nella crescente propensione degli italiani verso la tecnologia e soluzioni d’investimento alternative e remunerative.

 

In che cosa consiste esattamente il servizio offerto da Borsadelcredito.it e quali sono le sue principali peculiarità?

La nostra migliore presentazione sono i numeri: secondo le stime di un altro studio, l’Osservatorio Crowdinvesting, BorsadelCredito.it è in cima alla classifica degli operatori italiani di peer to peer lending per le PMI con oltre 68 milioni di euro erogati a 765 imprese da inception.

Nel concreto, siamo un marketplace che mette in contatto piccole e medie imprese alla ricerca di credito, con risparmiatori che vogliono investire nell’economia reale e lo facciamo da 4 anni – nel settembre 2015 siamo diventati la prima piattaforma in Italia a rendere possibile quest’esperienza per le aziende.

Tutto questo accade all’interno di un contesto totalmente digitale, veloce e trasparente: siamo infatti in grado di valutare l’affidabilità delle aziende richiedenti in tempi molto più brevi rispetto alle banche (1 giorno VS 8 settimane in media), utilizziamo un linguaggio chiaro per rendere facilmente comprensibile un processo delicato come quello della richiesta di credito, il senza spreco di carta e di tempo.

 

Quali sono i vantaggi per chi è alla ricerca di canali alternativi per ottenere credito?

Da circa sette anni l’Italia sta attraversando una fase di forte crisi del credito bancario, il cosiddetto credit crunch: condizione che penalizza principalmente le PMI, la cui crescita così non viene più sostenuta adeguatamente.

Queste realtà possono da qualche anno trovare sempre più alternative sul mercato, soprattutto nel social lending, che presenta diversi vantaggi rispetto al credito tradizionale. Grazie ad una tecnologia di cui siamo proprietari, le imprese che si rivolgono a noi ottengono un’accurata valutazione entro 24 ore e, se la verifica è positiva, possono ottenere l’erogazione del credito entro 3 giorni senza costi nascosti, costi che per altro. Infine, un altro nostro tratto distintivo è la personalizzazione dell’offerta di finanziamento. Qui il paradigma è invertito rispetto al canale tradizionale: non è più l’azienda che deve adeguarsi ai prodotti di credito che la banca gli rende disponibili, ma siamo noi BorsadelCredito.it a mettere a servizio del cliente finale una soluzione di credito che si adatti alle sue peculiarità.

 

Quali sono invece le opportunità per gli investitori?

Sicuramente un ottimo rapporto tra rendimento, rischio e trasparenza. Prestare con BorsadelCredito.it consente di ottenere rendimenti medi annui superiori a quelli dei tradizionali prodotti di gestione del risparmio, a fronte di un rischio mitigato il più possibile. Tutto questo accade poi in estrema trasparenza: i nostri finanziatori sanno sempre chi stanno finanziando e a quali condizioni, e hanno totale visibilità di ogni movimento legato alla propria posizione, oltre al fatto che hanno a disposizione un team di consulenti sempre pronti a soddisfare eventuali necessità di chiarimento.

 

È rischioso investire nel social lending? Quali sono le migliori strategie di mitigazione del rischio?

Non esistono investimenti in cui il fattore del rischio sia completamente azzerato. Noi cerchiamo di mitigarlo al massimo, basando il portafoglio dei nostri investitori su una diversificazione estrema (a ogni azienda il prestatore presta circa l’1% del totale versato), su una selezione molto accurata e su un ulteriore livello di protezione, a valle del prestito, di eventuale recupero del capitale incagliato (il nostro “Fondo di Protezione”).