Innovazione sostenibile, riduzione delle emissioni CO2 e forte attenzione al territorio sono il focus della politica ESG del Gruppo Comer Industries.

 

V-Finance, società del gruppo IR Top Consulting specializzata nella Sustainable Advisory per le società quotate nonchè Sustainable Finance Partner di Borsa Italiana, comunica di aver affiancato Comer Industries nell’approvazione del Bilancio di Sostenibilità 2020.
La Dichiarazione Non Finanziaria (DNF) si attiene volontariamente alle disposizioni del D.Lgs. 254/2016 e adotta i “GRI Sustainability Reporting Standards”, secondo l’opzione di rendicontazione “Referenced”. I principi generali applicati per la DNF sono quelli stabiliti dai GRI Standards: rilevanza, inclusività, contesto di sostenibilità, completezza, equilibrio tra aspetti positivi e negativi, comparabilità, accuratezza, tempestività, affidabilità, chiarezza.

Gli obiettivi sostenibili del Gruppo Comer

Tra gli obiettivi aziendali che il Gruppo Comer persegue si evidenzia la scelta di supportare con il progetto Our Bright Impact, i 17 Global Goals per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite ponendosi obiettivi precisi:

– tutela dell’ambiente,

– sviluppo delle comunità in cui Comer Industries opera e sana crescita economica.

Nel nuovo piano industriale 2021-2023 è prevista, in ambito sostenibilità ambientale, l’introduzione di nuovi impianti ad elevato contenuto tecnologico, con benefici sia in termini di produttività che di consumi energetici, delle risorse naturali e di riduzione delle emissioni.

Bilancio di sostenibilità e strategia aziendali : quali considerazioni?

Anna LambiaseCEO V-Finance ha dichiarato quanto segue: “Abbiamo supportato Comer Industries nella pubblicazione del loro Bilancio di Sostenibilità quale conferma concreta di quanto il tema della sostenibilità rappresenti un valore rilevante nella strategia aziendale e nelle scelte di investimento degli investitori. In questo contesto di mercato priorità delle aziende è mettere in luce in risultati e gli obiettivi riguardanti le tematiche ESG.”

Matteo Storchi, presidente e CEO di Comer Industries ha dichiarato: “Con il Bilancio di Sostenibilità, realizzato con il supporto di V-Finance, abbiamo voluto rendicontare e condividere con tutti i nostri stakeholder l’impegno di Comer Industries nell’ambito della sostenibilità e della responsabilità sociale. Siamo infatti fermamente convinti che preservare il nostro pianeta, per noi e per le generazioni future, e avere cura delle nostre comunità siano responsabilità che ci richiamano ad un impegno concreto e quotidiano.”

Innovazione sostenibile e tutela del lavoratore

Particolarmente rilevante è il tema dell’innovazione sostenuta da Comer Industries e la decisione di allineamento di tutti i siti produttivi del Gruppo ai più elevati standard in materia di salvaguardia della salute dei lavoratori. La Società ha infatti concluso il percorso triennale di sviluppo e certificazione del Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza secondo la norma ISO 45001.

Comer Industries è impegnata anche sul fronte ambientale ricercando prodotti innovativi e sostenibili, attraverso soluzioni per applicazioni ibride o a completa propulsione elettrica, affiancando alcuni dei maggiori gruppi industriali del mondo nei processi di elettrificazione.

Nel 2020 rispetto al 2019 i consumi energetici sono stati ridotti del 4%, le emissioni del 9%, i rifiuti generati del 5% e i rifiuti pericolosi del 17%.

Per il terzo anno consecutivo Comer Industries ha sostenuto “UniMoRe 2020”, il progetto di trasformazione dell’ex Seminario di Reggio Emilia in sede Universitaria, ha avviato corsi sulle tematiche di Lean Management e di progettazione meccanica, completato il primo anno del percorso triennale Education Lab, e organizzato corsi tecnici in ambito Supply Chain in collaborazione con SDA Bocconi, testimoniando quanto il tema della formazione e della conoscenza siano centrali per il Gruppo.

Nel 2020, nonostante l’eccezionalità del contesto macroeconomico, il numero di dipendenti è aumentato del 6%, sono state erogate 23 ore di formazione pro capite, e gli infortuni sul lavoro sono diminuiti del 4%.

 

Sostenibilità e fonti rinnovabili e riduzione sprechi

Tra i progetti futuri della Società, Comer Industries si è posta l’obiettivo di alimentare l’intero fabbisogno di energia elettrica dello stabilimento di Matera, acquistando esclusivamente da fonti rinnovabili e la   riduzione di carbon footprint derivante dalla percorrenza del tragitto casa-lavoro dei dipendenti.

Inoltre, la Società si sta impegnando a diminuire gli sprechi di carta e gli impatti ambientali introducendo l’utilizzo esclusivo della carta riciclata ed aumentando i livelli di sicurezza dei processi di stampa.

Con questa operazione il gruppo IR Top Consulting conferma il proprio ruolo di Advisor finanziario a servizio delle strategie di crescita delle società italiane eccellenti e in materia di informazioni sulle tematiche Environment, Social & Governance (ESG) grazie al team di V-Finance specializzato nella Sustainability Advisory.