A giugno 2018, dopo il grande successo registrato negli altri paesi, è arrivato finalmente anche in Italia Amazon Business, già attivo negli USA dal 2015. Una novità molto importante per il b2b e un’opportunità senza precedenti per le aziende se il colosso dell’e-commerce raggiungerà le performance ottenute nel b2c, dove Amazon ha già rivoluzionato il processo di acquisto per i clienti.

 

Per capire la portata di questo cambiamento occorre analizzare lo stato dell’e-commerce b2b in Italia prima dell’arrivo di Amazon e capire quali sono le nuove opportunità a disposizione delle aziende.

La crescita dell’e-commerce b2b in Italia

I dati dicono che le imprese italiane prendono sempre più coscienza dell’importanza e dell’utilità di effettuare in rete transazioni commerciali reciproche. Nel 2016 si è assistito, infatti, a un balzo in avanti del 19% degli scambi commerciali su Internet secondo quanto riportato dall’Osservatorio Fatturazione Elettronica & eCommerce B2b in riferimento all’anno 2016-17. Un dato che dimostra come, anche qui, l’e-commerce b2b sia in rapida crescita. Circa il 75% del valore dell’e-commerce b2b fa riferimento a strumenti digitali per migliorare l’efficienza e diminuire gli sprechi all’interno del ciclo della logistica: dall’ordine fino al pagamento. Servizi utili a tutte le aziende, come ad esempio la stampa online di prodotti di cartoleria brandizzati, sono sempre più diffusi. E ora, con l’avvento di Amazon Business, questo settore sicuramente registrerà una crescita ancora maggiore, contribuendo ad aumentare il livello di digitalizzazione del nostro paese.

Cos’è e a chi è rivolto Amazon Business

Amazon Business è una piattaforma di commercio elettronico dedicata alle aziende, quindi impostata con una logica che è propria del comparto degli scambi commerciali, diversa rispetto a quella presente tra aziende e consumatori. In pratica, tra le varie differenze, c’è un listino che non registra il carico dell’IVA, una piattaforma che mette a disposizione il servizio di gestione fatture, con e senza iva, che consente di effettuare l’analisi dei costi, e di muoversi su un catalogo molto ricco, dove già è possibile scegliere tra 250 milioni di prodotti. Il tutto trasformando l’eventuale profilo già esistente e mantenendo le agevolazioni Prime.

I vantaggi per le aziende

Innanzitutto, oggi, le ditte che aderiscono ad Amazon Business possono utilizzare la vetrina Amazon per fare concorrenza alle aziende del proprio settore. In più hanno la grande opportunità di allargare il loro cerchio di conoscenze nel mondo delle imprese e di conquistare nuovi clienti aziendali. Ed hanno anche il vantaggio di poter personalizzare le proprie offerte molto velocemente, e in dipendenza dei movimenti di mercato, calibrando immediatamente gli sconti in base al volume complessivo della vendita. Infine, la visibilità aziendale su Amazon Business aumenta in maniera esponenziale anche a livello internazionale.

Amazon Business: un salto verso il nuovo mercato aziendale

Ormai è una realtà inconfutabile che le transazioni commerciali si muovono sempre di più verso il mondo virtuale e che restarne fuori può significare essere esclusi dai processi di digitalizzazione in atto e registrare perdite economiche considerevoli, tanto per le aziende di grandi dimensione che per le PMI.