Allocazione dei costi generali sulle diverse business unit produttive. Un semplice esempio per evidenziare una modalità da cui partire per procedere ad allocare i costi generali secondo dei coefficienti di imputazione predefiniti. Un modus operandi utile per determinare conti economici direzionali e allocare non solo i costi specifici ma anche quelli generali.

Allocazione dei costi generali ai vari centri di produzione o divisioni produttive:  un processo che richiede una serie di step, che evidenzieremo attraverso un esempio.
La ns società alfa presenta tre divisioni produttive:
Pluto
Pippo
Paperino

Due ulteriori aree di centro di costo:
–    Assistenza interventi
–    CEO Staff (legale, offerte, logisitca, amministrazione, organizzazione, marketing)

Analizzando le varie voci di costo è chiaro che tutti i costi relativi alla produzione (es. Mod, costi specifici di produzione, ammortamenti macchinari, ecc) sono attribuiti direttamente alla divisione di competenza.

 

Allocazione dei costi generali: ecco come procedere

Diverso è invece lo schema da seguire per l’allocazione dei costi generali; nel nostro esempio si decide di allocare i costi relativi ai centri di costo assistenza interventi e CEO staff alle tre divisioni produttive.

 

Per procedere ad un simile processo sarà necessario avvalersi di particolari coefficienti di imputazione.

Ad esempio il recharge del costo degli affitti potrebbe essere effettuato facendo riferimento ai mq occupati da ciascuna divisione.

Si calcola poi la percentuale d’incidenza sul totale spazi occupati dalle tre divisioni in modo tale da ribaltare anche le superficie comuni.

Qui di seguito esaminiamo la riallocazione dei costi di assistenza interventi  e di quelli del Ceo staff sulla base delle ore lavorate.

Allocazione dei costi generali

Il modello proposto è un semplice caso per far comprendere al lettore il modus operandi da seguire per procedere ad una allocazione soggettiva dei costi generali. Nella realtà si sviluppano poi modelli più avanzati che possono anche considerare più coefficienti di imputazione. C’è chi preferisce la via più semplicistica e ripartisce  questa categoria di costi generali sulla base dell’incidenza dei ricavi di ciascuna Business Unit rispetto al totale dei ricavi generati o pianificati nell’anno in sede di budget.

Per scaricare l’esempio in excel fai click qui