Fare impresa in Italia in questo periodo è essere coraggiosi: lavorare nell’ufficio acquisti di una azienda o una PMI italiana vuol dire riuscire a restare in equilibrio delicatissimo. E’ particolarmente difficile, infatti, gestire le risorse sempre inferiori ma tutto cambia se si sceglie di rendere molto più digitale la pratica, con questo spirito nasce CPO RULES, piattaforma di e-procurement.

A progettare CPO RULES è lo Studio Amica, società completamente italiana non nuova a porre importanti sfide al comparto digitale.

CPO RULES: il tuo nuovo applicativo di eProcurement

Facile da utilizzare perfetto per realtà medio piccole ed idoneo a quelle più grandi, intuitivo e snello è il vero braccio destro desiderato, sognato ed ambito da ogni ufficio acquisti. Perchè? Perchè permette un risparmio fattivo riducendo gli sprechi ed elimina i tempi di attesa. Non solo: quello che conta è il risparmio concreto e reale proposto da una soluzione simile.

  • Spesa di Maverick: ridotta in modo sostanziale
  • Fornitura: a prezzo inferiore
  • Ottimizzazione: tempo ed investimenti

Questi tre punti indubbiamente i principali ma è chiaro che con CPO Rules molto cambia in una azienda interessata ad essere massimamente integrata al mondo di oggi.

Si tratta di un software intelligente che lavora in modo differente da tutti gli altri presenti sul mercato.

Il marketplace di CPO Rules, è sviluppato come un e-commerce:  si può acquistare a prezzi pre-negoziati e, un po’ come tante altre soluzioni marketplace di rinomata importanza si possono creare diversi livelli di accesso e persino schede utenti. Chi non vorrebbe questo applicativo nella propria azienda?

Digitalizzazione: eProcurement uno degli step

La digitalizzazione aziendale è importante: sono bastati questi mesi per capire quando potesse essere importante la rete anche in Italia ed ora con la ripresa è il tempo di attrezzarsi per la digitalizzazione e  bisogna farlo in modo vero.

La visione digitale è importante: oggi l’informatizzazione è diventata parte portante del sistema aziendale italiano e anche con lo smart-working è diventato importante agevolare i diversi comparti aziendali con applicativi e software che riescano a svolgere un ottimo lavoro  da remoto. Il tessuto produttivo italiano ha incontrato la digitalizzazione in modo un po’ troppo precipitoso ma quello che ne è nato è qualcosa di portentoso: in pochi giorni tutto il Paese è tornato a produrre grazie alla rete e questo indubbiamente ha cambiato le necessità di ogni struttura e di ogni manager ed è per questo motivo che anche l’eProcurement, sino a qualche mese fa tipico delle Pubbliche Amministrazioni ormai è diventato uno strumento necessario per un qualsiasi ufficio acquisti